Top

Viaggio tra borghi e fede in Veneto: 4 luoghi da visitare a marzo

Il Veneto, regione dal ricchissimo patrimonio culturale e spirituale, offre itinerari unici che intrecciano la bellezza dei borghi alla profondità della fede cattolica.
Marzo, con il suo clima mite e la natura che si risveglia, è il periodo ideale per esplorare queste località, immergendosi in un’atmosfera di pace e contemplazione.

Ecco quattro borghi che custodiscono alcune delle più belle testimonianze di fede della regione.

Borghetto sul Mincio

Visita alla Chiesa di San Marco Evangelista: Borghetto, noto per i suoi mulini sull’acqua e i pittoreschi scorci, ospita la Chiesa di San Marco Evangelista, un luogo di fede incastonato in questo scenario da cartolina.

La chiesa, risalente al XVIII secolo, si affaccia direttamente sul fiume Mincio, offrendo un connubio perfetto tra spiritualità e bellezza naturale. La tranquillità di Borghetto in marzo lo rende il luogo ideale per una visita meditativa, lontano dalla frenesia quotidiana.

Arquà Petrarca

Il Santuario della Madonna delle Grazie: Nel borgo che ha ospitato il poeta Francesco Petrarca negli ultimi anni della sua vita, sorge il Santuario della Madonna delle Grazie, meta di pellegrinaggi e di profonda devozione.

Circondato dalle verdi colline dei Colli Euganei, questo santuario rappresenta un’oasi di pace dove immergersi nella spiritualità e nella storia. La visita a marzo permette di godere della fioritura primaverile che avvolge il borgo in un’atmosfera quasi magica.

Cison di Valmarino

L’Abbazia di Santa Maria di Follina: L’abbazia, citata per la prima volta nel 1127, ha origini antiche e fu gestita nel XII secolo dai monaci cistercensi. Nel XIII secolo, acquisì prestigio e potere grazie a ricche donazioni, ma nel 1388 entrò in un periodo di decadenza a causa delle lotte tra gli Sforza, i Visconti e il Regno di Francia. Nel 1448, fu chiesta la soppressione dell’ordine monastico, che portò la chiesa a commenda. Successivamente, passò ai benedettini e nel 1771 fu declassata a curazia, con i beni trasferiti a Murano.
La struttura gotica cistercense è notevole nel Veneto, con un interno a tre navate, capriate in legno, un affresco di Francesco da Milano e un Crocifisso ligneo barocco.

La chiesa abbaziale, con i suoi preziosi affreschi e l’imponente chiostro, è un capolavoro di arte sacra che merita una visita approfondita, specialmente nel silenzio rinvigorente del mese di marzo.

Montagnana

La Cattedrale di Santa Maria Assunta: Nella città murata di Montagnana, la Cattedrale di Santa Maria Assunta si erge come un gioiello di fede nel cuore del borgo. Questa imponente chiesa gotica, con la sua facciata bianca e i suoi interni riccamente decorati, racchiude opere d’arte di inestimabile valore.

Visitarla a marzo, quando le strade del borgo sono meno affollate, permette di apprezzarne appieno la solennità e la bellezza.

Perché visitare questi borghi a Marzo

Questi quattro borghi veneti, con le loro chiese e santuari, offrono un viaggio unico tra storia, arte e spiritualità. La visita a marzo, lontano dalle folle estive, permette di vivere esperienze di fede autentiche, in luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, a testimonianza di una tradizione religiosa profondamente radicata nel territorio.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.