Un itinerario nel regione Lazio che ci porterà a visitare una riserva naturale, una cascata e un borgo: una gita fuori porta che potrà essere vissuta anche in un solo giorno. Scopriamo insieme dove siamo e quali luoghi potremo visitare

Se sei alla ricerca di un itinerario da vivere anche in giornata nella regione Lazio, un itinerario che sappia emozionarti e stupire, quello che oggi ti segnaliamo potrebbe essere ciò che stai cercando.
Vicino a Roma, a distanza di pochi chilometri tra di loro, oggi vogliamo proporti tre destinazioni molto interessanti da visitare magari in un fine settimana o, per chi avesse poco tempo, annche in un solo giorno. Un mini tour che vi permetterà di vedere borgo medievale, una cascata per ammirare la forza della natura e una riserva naturale dove vivere una passeggiata in mezzo al verde, tutto questo a due passi dalla città eterna

Cascate di San Vittorino

Foto via Tripadvidsor

Le cascate di San Vittorino sono un gioiello nascosto tra ulivi e boschi selvaggi, incastonate a soli 30 km da Roma. Per raggiungerle, puoi uscire al casello di Tivoli dell’autostrada A24 in direzione dell’Aquila. Una volta giunti nel pittoresco paesino, troverai varie opzioni di parcheggio: la piccola piazza del borgo, la stradina appena fuori dal Santuario Nostra Signora di Fatima o le stradine circostanti la piazza principale sono tutte valide scelte.

Per accedere alle cascate, puoi anche partire dalla piazza principale e seguire Via della Mola, da cui inizia un sentiero sterrato facilmente percorribile. Lungo il percorso, ricorda di mantenere sempre la direzione sinistra ai vari bivi che incontri, fino a quando raggiungi le cascate che si trovano sulla sinistra. Tuttavia, vorremmo sottolineare che questo secondo percorso è sconsigliato, poiché molte persone hanno incontrato difficoltà nell’accesso al sentiero a causa di un cancello chiuso.

(fonte dayoffreedom)

Borgo di Castelnuovo di Porto

Questo splendido borgo, ex colonia dell’Impero Romano divenuto poi proprietà della potentissima potente famiglia Colonna durante il Medioevo, ha molto da offrire ai suoi visitatori.
Si comincia con l’imponente Castello della Rocca, edificio del XIII° secolo: al suo interno bellissimi affreschi rivestono le pareti di questa importante dimora.
Passeggiando lungo le vie non dovrete perdervi la Collegiata di Santa Maria Assunta, una chiesa in perfetto stile barocco: anche il Palazzetto Cardinalizio, posto alla sua destra, offre un’interessante visita per chi ama arte e storia.
Altri luoghi di interesse la strada basolata che collegava la consolare Flaminia con la via Tiberina e la bellissima chiesa di Sant’Antonio Abate (sulla via Flaminia) dove poter ammirare ancora un affresco del ‘500 della Vergine con Bambino.

Riserva Naturale della Marcigliana

Ci troviamo. a Nord-Est della capitale, un’area compresa tra la Nomentana e la via Salaria: durante l’impero romano questa zona era chianata “Latium Vetus” (in quanto area dove la presenza di diversi popoli latini era molto importante).
Durante quel periodo l’intera riserva era dedita all’agricoltura: molteplici ville sono state ritrovate, ville dove i lavoratori producevano beni come vino, grano oltre ad allevare bestiame.
Durante il medioevo le ville furono rimpiazzate con casali fortificati, come il Casale della Marcigliana e quello della Cesarina: qua potremo trovare torri (periodo medievale) come le famose Torre San Giovanni e Torre della Marcigliana, integrata poi nel castello della Marcigliana.
Una passeggiata in mezzo alla natura dove poter ammirare non solo una fauna variegata ma anche dove poter assaporare un’importante pezzo di storia