Top

Visita alla fortezza austro-ungarica e un piccolo borgo vicino Vicenza

Il Veneto, regione ricca di storia e cultura, offre una varietà di borghi incantevoli, ognuno con la sua unicità. Tra questi, Lastebasse si distingue per il suo fascino tranquillo e la sua atmosfera accogliente, rappresentando una meta ideale per chi cerca un’esperienza diversa da abbinare alla visita storico culturale del forte Belvedere a pochi chilometri

Storia di Lastebasse

La storia di Lastebasse ha radici nel paleolitico, quando le numerose caverne presenti offrivano rifugio ai primi abitanti della zona. Successivamente, il territorio vide l’insediamento degli Euganei e poi dei Veneti, segnando i primi sviluppi significativi nella configurazione demografica e culturale del luogo.

Medioevo: epoca di Conflitti

Durante il medioevo, l’area di Lastebasse divenne un punto nevralgico di dispute territoriali. Il controllo dell’altopiano e del fondovalle era contestato da varie famiglie nobili, tra cui i conti di Velo e i conti di Beseno. La regione, nota come terra delle Laste, era divisa tra le Laste Alte e le Laste Basse, zone che differivano notevolmente per caratteristiche geografiche e per l’uso delle risorse naturali.

Il dominio Veneziano e le dispute Territoriali

Con l’avvento del dominio veneziano nel 1404, le controversie territoriali non si placarono. Venezia cercò di mediare i conflitti estendendo la sua influenza e tentando di stabilire confini chiari tra le comunità. Nonostante vari tentativi di risoluzione legale, come la “Sentenza Tridentina” del 1535, le tensioni perdurarono per secoli, complicando la gestione dei pascoli e delle risorse boschive condivise.

La devastazione e la ricostruzione

La storia di Lastebasse fu segnata profondamente nel 1752, quando un attacco decimò il villaggio originale, costringendo la popolazione a trasferirsi a valle. Questo evento tragico portò alla ricostruzione del borgo nella sua posizione attuale, con il sostegno della Repubblica di Venezia che acquisì nuove terre per i lastarolli.

Epoca moderna e risoluzioni

Nel corso del XIX e XX secolo, Lastebasse continuò a lottare per il riconoscimento dei suoi diritti territoriali e civici. Nonostante la distruzione durante la prima guerra mondiale e le successive difficoltà economiche, il borgo perseverò, culminando nel 2008 con una significativa transazione che vide la Provincia autonoma di Trento risarcire il comune per i diritti civici non liquidati

Cosa vedere a Lastebasse

  • Chiesa Parrocchiale: Dedicata a San Bartolomeo, questa chiesa custodisce opere d’arte sacra di notevole interesse.
  • Monumenti ai Caduti: Emotivi ricordi delle guerre che hanno toccato anche questa piccola comunità.
  • Forte Belvedere Gschwen: la fortezza austro-ungarica di Lavarone, meglio nota come Forte Belvedere Gschwent, sorge a quota 1177 metri a sud della contrada Oseli su di uno sperone roccioso che si spinge verso la Valdastico e la valle del Rio Torto (fonte Wikipedia)

Cosa visitare a Lastebasse

  • Sentieri Naturalistici: Esplora i sentieri che si snodano tra le colline e i boschi circostanti, ideali per gli amanti del trekking e della natura.
  • Siti storici locali: Scopri i resti di antiche costruzioni e luoghi storici disseminati intorno al borgo.

Mappa di Lastebasse

Come arrivare a Lastebasse in auto partendo da Padova

Per raggiungere Lastebasse partendo da Padova, prendi la A4 in direzione di Vicenza, poi prosegui sulla SS349 fino a Lastebasse. Il viaggio dura circa un’ora e mezza, attraversando alcuni dei paesaggi più belli del Veneto.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.