Come ogni settimana, i Musei Civici di Bologna propongono anche questa volta un ricco calendario di appuntamenti dal 17 al 23 novembre a Bologn, veri e propri viaggi tematici nelle collezioni, spaziando dalle letture più immediate dei capolavori esposti alla creazione di associazioni inedite tra oggetti appartenenti ai patrimoni delle diverse aree museali fino ad approfondimenti specifici e maggiormente specialistici.

Venerdì 17 novembre

ore 17.30: Museo Medievale – via Manzoni 4
“Lippo di Dalmasio e le arti a Bologna tra Trecento e Quattrocento”
Inaugurazione della mostra a cura di a cura di Massimo Medica e Fabio Massaccesi.
I Musei Civici d’Arte Antica presentano la prima mostra monografica dedicata a Lippo di Scannabecchi detto Lippo di Dalmasio, il più noto e celebrato dei pittori bolognesi del tardo Medioevo, documentato a Pistoia e a Bologna dal 1377 al 1410.
Attraverso un aggiornato lavoro di ricerca, la presentazione di opere inedite e una campagna di
restauri eseguiti per questa occasione, la mostra intende proporre una rivalutazione organica della personalità e del percorso di Lippo di Dalmasio in riferimento al contesto del sistema culturale in cui si trovò ad operare.

  • Ingresso all’inaugurazione: gratuito
  • Info: www.museibologna.it/arteantica

Mercoledì 22 novembre

ore 18: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
“In arte, Milva”
Inaugurazione della mostra curata dai docenti Anna Maria Lorusso e Lucio Spaziante del Dipartimento delle Arti – DAR e promossa dalla Biblioteca delle Arti Unibo, dal Sistema Bibliotecario di
Ateneo e dall’Area del Patrimonio Culturale dell’Università di Bologna, in collaborazione con il
Museo internazionale e biblioteca della musica e con il patrocinio del Comune di Bologna.
La mostra, nata dall’accordo siglato dal Rettore Giovanni Molari e dalla prof.ssa Martina Corgnati, figlia di Milva, per valorizzare e condividere il percorso dell’artista, fra musica, teatro, cinema, impegno politico, espone un insieme di materiali che nella loro eterogeneità danno il senso di cosa l’artista sia stata.

Ingresso all’inaugurazione: gratuito
Info: www.museibologna.it/musica

Evento per i PER I BAMBINI

Sabato 18 novembre

ore 10 e ore 11.15: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
In occasione della rassegna “The Best of”
“Mamamusica IV” (III incontro)
Laboratorio in 4 incontri per bambini da 19 a 36 mesi e genitori.
Alle ore 10 per bambini da 19 a 26 mesi; alle ore 11.15 per bambini da 27 a 36 mesi.
Un progetto del Museo della Musica a cura di Luca Bernard (voce, contrabbasso) e Linda Tesauro (voce) con la partecipazione di Serena Pecoraro (voce, ukulele), Tommy Ruggiero (voce, percussioni).
Uno spazio musicale speciale, emozionante ed inclusivo per grandi e piccolissimi in cui l’attenzione si concentra esclusivamente sui suoni. Canti e ritmi provenienti da repertori molto diversi, un avvolgente abbraccio di suoni scandito anche da intensi silenzi, in cui adulti e bambini costruiscono una relazione comunicativa unica, per scoprire e riscoprire l’incanto di esprimersi
attraverso la musica.MAIL
La prenotazione e l’acquisto del biglietto sono obbligatori:

  • presso il bookshop del Museo della Musica nei giorni e orari di apertura
  • on line (con una maggiorazione di € 1,00) su https://ticket.midaticket.it/rassegnathebestof/Events.

Il pagamento è cumulativo per tutti gli incontri previsti ed è valido per l’ingresso del bambino/a prenotato + 1 adulto. Per questa attività è possibile la partecipazione anche di un secondo adulto, selezionando l’apposita voce dal menu.
I biglietti non sono rimborsabili. Prima di procedere all’acquisto, si consiglia di controllare bene l’età per partecipare al laboratorio.

  • Ingresso: € 5,00 ad incontro a partecipant
  • Info: www.museibologna.it/musica

ore 10.30: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
In occasione della rassegna “The Best of”
“Silent play: Il pifferaio di Hamelin”
Laboratorio per bambini da 5 a 8 anni e genitori con Matteo Balbo e Valentina Dal Mas (La Piccionaia centro di produzione teatrale).
Una forma inedita di laboratorio in cui i partecipanti attraverso l’utilizzo di audioguide wireless
si trovano a immergersi in prima persona nella storia, giocando, muovendosi, interpretandole
dall’interno. Una particolare condizione in cui si abita in una sorta di “bolla sonora”, uno spazio
dove corpo ed emozioni si muovono ad una diversa velocità.

Le voci sussurrate all’orecchio, i paesaggi sonori, le musiche, lo spostamento nello spazio, aprono impreviste possibilità di gioco comune, spazi di consapevolezza, orizzonti da esplorare.
La prenotazione e l’acquisto del biglietto sono obbligatori:

  • presso il bookshop del Museo della Musica nei giorni e orari di apertura
  • on line (con una maggiorazione di € 1,00) su https://ticket.midaticket.it/rassegnathebestof/Events.

Il pagamento è cumulativo per tutti gli incontri previsti ed è valido per l’ingresso del bambino/a prenotato + 1 adulto. Per questa attività è possibile la partecipazione anche di un secondo adulto, selezionando l’apposita voce dal menu.
I biglietti non sono rimborsabili. Prima di procedere all’acquisto, si consiglia di controllare bene l’età per partecipare al laboratorio.

  • Ingresso: € 6,00 a partecipante
  • Info: www.museibologna.it/musica

ore 10.30: Collezioni Comunali d’Arte, Palazzo d’Accursio – Piazza Maggiore 6
“Ogni testa una storia”
In occasione della mostra “Guercino e i suoi allievi. Dalle ‘teste di carattere’ ai ritratti”, laboratorio per bambine bambini da 6 a 10 anni a cura di Adele Tomarchio, RTI Senza Titolo S.r.l.,
ASTER S.r.l. e Tecnoscienza.
La mostra in corso alle Collezioni Comunali d’Arte è un’occasione per osservare diversi tipi di ritratto.
Dalle cornici molti volti ci osservano. Ma chi sono? E quali storie nascondono?
Adele Tomarchio aiuterà i partecipanti a rispondere a queste domande e ci guiderà attraverso le sale del museo a scoprire altri ritratti e racconti.
Ingresso: biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto). Per i possessori di Card Cultura ingresso gratuito
Info: www.museibologna.it/arteantica

Domenica 19 novembre

ore 16: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Domenica al museo”
Visita animata per bambine e bambini da 6 a 10 anni.
Una visita animata nelle sale espositive della collezione permanente MAMbo per sperimentare
con il corpo e giocare con le opere attraverso approcci diversificati, azioni e movimento; dopotutto “per portare via i segreti, si fa un pò fatica. Servono gli occhi, ma anche la schiena: è la ginnastica del museo”. Prendiamo alla lettera questa frase di Susanna Mattiangeli tratta dal libro “Al Museo” edito da Topipittori e illustrato da Vessela Nikolova per fare dell’arte un’esperienza davvero fortificante per mente e corpo e iniziare l’allenamento!
Prenotazione obbligatoria all’indirizzo [email protected] entro le ore 13 del venerdì precedente.

  • Ingresso: € 5,00 a partecipante
  • Info: www.mambo-bologna.org

ore 16: Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123
“Le goccioline scomparse”
Laboratorio per bambini da 4 a 6 anni.
Giochi, prove pratiche e semplici esperimenti aiuteranno a comprendere il ciclo dell’acqua in natura e i suoi diversi stati di aggregazione. Osservando attentamente, formulando ipotesi e verificando con prove pratiche le proprie teorie, i bambini potranno avere un primo e coinvolgente approccio ai principi del metodo scientifico.
Prenotazione obbligatoria a [email protected] oppure allo 051 6356611 entro le ore 13 del venerdì precedente.

  • Ingresso: € 5,00 a partecipante (gratuito per un accompagnatore adulto)
  • Info: www.museibologna.it/patrimonioindustriale

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

Venerdì 17 novembre
ore 17: Museo del Risorgimento – Piazza Carducci 5
“Laboratori degli studenti dei Corsi complementari dell’Associazione”
A conclusione della mostra “dònna sf.”, laboratori degli studenti dei corsi complementari dell’Associazione Francesco Francia.
Partecipazione degli iscritti al corso “Scenografia e architettura dell’effimero” presso il Liceo Artistico Francesco Arcangeli di Bologna.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.museibologna.it/risorgimento

ore 18: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Nell’ambito di “novecento – musiche da un altro millennio”
“Ri-cercando Ligeti”
Per “ultimamusica – musiche inaudite di questo (ed altri) secoli”, In.Nova Fert racconta “Ri-cercando Ligeti” dedicato a György Ligeti (1923-2006). Live Clara La Licata, voce; Viola Lolli, violoncello; Marco Bonato, clarinetto; Marco Pedrazzi, Diego Tripodi, pianoforte e letture.
“Musica Ricercata” di György Ligeti è certamente una delle opere simbolo del ‘900, grazie all’incredibile fantasia di scrittura e di carattere dei brani e alle suggestioni derivanti dalla musica etnica, folk e pop.
Per l’occasione, il collettivo In.Nova Fert ne ha realizzato una versione inedita e originale, in cui i brani, trascritti, trasformati e affiancati a quelli di altri autori a lui profondamente legati, daranno vita ad una narrazione musicale variopinta e spettacolare. “ultimamusica – musiche inaudite di questo (ed altri) secoli” è il ciclo di concerti e le narrazioni musicali dedicati ai linguaggi, ai protagonisti, alle idee, alle curiosità e agli strumenti della contemporanea di un altro millennio.
Attraverso gli incontri e le inedite performance dal vivo, ci immergeremo in un’epoca fremente, impetuosa, a tratti problematica e troppo spesso avvol4 ta in una mitologia da sfatare, ma sempre capace di includere espressioni artistiche lontane, diversissime tra loro, a volte addirittura contraddittorie, ma in ogni caso segnanti.Per acquistare online il biglietto: https://www.midaticket.it/eventi/novecento-museo-dellamusica.

  • Ingresso: € 6,00 / € 5,00 (studenti universitari con tesserino, minori di 18 anni, possessori Card
    Cultura)
  • Info: www.museibologna.it/musica

Sabato 18 novembre

ore 11: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Tendente Infinito”
Conferenza e presentazione del catalogo della mostra “Tendente Infinito” (Ed. Pendragon) aperta dal 18 novembre 2023 al 13 gennaio 2024 presso Studio la Linea Verticale – Arte Contemporanea e curata da Tatiana Basso.
Interventi di Tatiana Basso, Bruno D’Amore, Monica Mazzone e Carlotta Minarelli.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.mambo-bologna.org

ore 14: Cimitero delle Certosa – via della Certosa 18
“Memorie del Novecento”
Il Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna – ora Patrimonio dell’umanità UNESCO – è una
formidabile raccolta di documenti di pietra degli ultimi secoli. Insieme a Roberto Martorelli ricorderemo alcune persone ed episodi che hanno segnato la storia di Bologna e dell’Italia nel corso del Novecento, potendo approfondire con testi e documenti grazie ai contenuti del sito Storia e Memoria di Bologna, curato dal Museo del Risorgimento.
La visita guidata fa parte del progetto “Una memoria da raccontare”, realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna (L.R. 3/2016 sulla Storia e Memoria del Novecento).
Ritrovo all’Info Point della Certosa (cortile chiesa), via della Certosa 18.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.museibologna.it/risorgimento

ore 17: Museo Medievale – via Manzoni 4
“Lippo di Dalmasio e le arti a Bologna tra Trecento e Quattrocento”
Visita guidata alla mostra a cura di Giulio Frontalini, RTI Senza Titolo S.r.l., ASTER S.r.l. e Tecnoscienza.

  • Ingresso: biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto). Per i possessori di Card Cultura ingresso gratuito
  • Info: www.museibologna.it/arteantica

ore 17: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Presentazione di ‘Porpora’ di Lina Pallotta”
Con Porpora Marcasciano, Lina Pallotta e Flavia Tommasini (CHEAP Street Poster Art). Modera:
Roberta Parigiani.
Il MAMbo ospita nella sala conferenze la presentazione di “Porpora”, volume monografico dell’opera fotografica di Lina Pallotta.
“Porpora”, edita da NERO Editions, raccoglie una selezione di ottanta fotografie di Lina Pallotta – in un flusso che si restringe nell’intimità del privato e attraversa lo spazio pubblico, le piazze e gli eventi politici con l’obiettivo di tratteggiare una storia collettiva. A partire dagli anni Novanta, Pallotta ha fotografato l’amica Porpora Marcasciano, figura chiave del movimento trans italiano, componendo un ritratto esteso, dilatato nel tempo e in-finito di Marcasciano e della sua esperienza di vita osservata con uno sguardo vicino e affettivo.
Il volume include i saggi di Porpora Marcasciano, Kae Tempest, Raffaella Perna e Allen Frame.

Archivi, sezione conclusiva del volume, include più di centocinquanta documenti – concessi da alcuni dei principali archivi TLGBQI+ presenti sul territorio italiano. I documenti, selezionati nel confronto con attivist , storic , ricercator e espert , raccolgono tracce con cui costruire un possibile attraversamento nei movimenti TLBGQI+ italiani dagli anni Settanta ad oggi.
La presentazione, moderata da Roberta Parigiani, portavoce politica del MIT (Movimento Identità Trans), è anche l’occasione in cui discutere insieme a Sara Manfredi e Flavia Tommasini (Cheap) di arte e spazio pubblico, rappresentazione e visibilità.
“Porpora” – Lina Pallotta è un progetto realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (X edizione, 2021), programma di promozione internazionale dell’arte italiana della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.mambo-bologna.org

ore 17.30 (ore 17.15: quarto d’ora accademico): Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Nell’ambito di “wunderkammer il museo delle meraviglie”
“Al Alba d’un Dia. Canzoni d’Aragona al tempo dei Re cattolici”
Per “Insolita – la musica che non ti aspetti”, concerto di Emyolia Ensemble. Con Federica Agostinelli, voce; Giulia Testi, Alessandro Zucchetti, liuto, voce; Arduino Melelli Roia, liuto, vihuela, voce; Matteo Magna, dulcimelo a battenti, percussioni.
Il manoscritto Q16 è un altro dei capolavori “nascosti“ della biblioteca del museo.
La sua particolarità sta nel fatto che al nucleo centrale del repertorio, composto tra il 1460 e il 1490, nel corso del ‘500 sono stati aggiunti molti altri brani, con l’obiettivo specifico di arric – chirlo e aggiornarlo con le composizioni più popolari dell’epoca, rendendolo una vera e propria greatest hits della musica rinascimentale europea. Nel manoscritto, le influenze spagnole sono evidenti: almeno tre composizioni sono presenti sia nel Q16 che nelle più importanti raccolte spagnole coeve: il Cancionero Musical de Palacio e il Cancionero de la Colombina. Infatti, con la conquista del Regno di Napoli da parte di Alfonso V, il centro musicale aragonese si sposta dalla Spagna a Napoli, rendendo la corte partenopea una realtà artistica di rilevanza internazionale.
A partire da queste meravigliose musiche tutte da scoprire, Emyolia Ensemble ci trasporta nei pensieri di un immaginario un Señore della corte spagnola, raccontando le sfumature di piacere, potere, amore sacro e profano che caratterizzarono la Napoli aragonese.
Il concerto è preceduto alle ore 17.15 dal “quarto d’ora accademico”: un esperto del museo
mostrerà uno dei pezzi unici legato al programma del concerto che seguirà.
È possibile acquistare il biglietto presso il bookshop del museo oppure online su www.museibologna.it/musica.

  • Ingresso: € 10,00 / € 8,00 (universitari con tesserino; over 65; possessori Card Cultura)
  • Info: www.museiblogna.it/musica

Domenica 19 novembre

ore 16: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Chi sono tutti”
Nell’ambito del ciclo “Deviazioni su tema – visite guidate tematiche ai Musei dell’Area Moderna e Contemporanea proposte dal Dipartimento educativo MAMbo”, visita guidata a cura di Laura Brambilla. Come si pensa in gruppo? Chi si nasconde dietro alla collettività? Un percorso tra gli spazi della collezione permanente del MAMbo che esplora la possibilità di sovvertire le dinamiche quotidiane attraverso piccole azioni rivoluzionarie, spesso silenziose. Il racconto di artiste e artisti che lavorano sul concetto di interazione e relazione nello spazio pubblico, permette di riflettere sul proprio posizionamento nella società e sulla volontà di prendere coscienza di come abitiamo il mondo. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo [email protected] entro le ore 13 del venerdì precedente. Il ciclo “Deviazioni su tema – visite guidate tematiche ai Musei dell’Area Moderna e contemporanea proposte dal Dipartimento educativo MAMbo” propone visite guidate appositamente pensate per valorizzare le collezioni dei Musei dell’Area Moderna e Contemporanea proponendo percorsi e narrazioni differenti. Ogni incontro è progettato da un educatore museale a partire da una parola-tema che permette di mettere in dialogo opere tra loro apparentemente distanti e così di rileggere il patrimonio da prospettive inedite, creando con il pubblico un dialogo sempre aperto e partecipato.

  • Ingresso: € 4,00 + biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto)
  • Info: www.mambo-bologna.org

ore 17: Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
“Le parole della caduta: Dimitris Dimitriadis – Muoio come un paese”
Per il ciclo “Parole di Guerra e Pace”, visita guidata con reading teatrale. Con Anna Dore, Museo Civico Archeologico; reading di Francesca Ballico, musiche di Antonia Gozzi.
L’opera di Dimitris Dimitriadis, scritta alla fine della dittatura dei Colonnelli, racconta la caduta
di un paese in cui le donne sono diventate improvvisamente sterili, la corruzione è l’unica moneta di scambio e i valori di un’antica civiltà precipitano in un delirio dionisiaco, tra gli echi di
una guerra in atto. Un testo che fa della sua poeticità scarnificata la cifra stilistica per raccon7
tare un’Europa preda della paura delle migrazioni, della perdita delle radici, desiderosa di
muri.

  • Prenotazione obbligatoria su https://www.midaticket.it/eventi/museo-archeologico.
  • Ingresso: € 4,00 + biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto). Per i possessori di Card Cultura € 3,00
  • Info: www.museibologna.it/archeologico

ore 17: Museo Davia Bargellini – Strada Maggiore 44
“Lo scintillio delle vetrerie antiche”
Per il ciclo “Non è solo oro quel che luccica”, visita guidata a cura di Adele Tomarchio, RTI Senza Titolo S.r.l., ASTER S.r.l. e Tecnoscienza.
Il 1700 indagato anche tramite una delle tecniche artistiche più variegate del secolo, quella dell’arte del vetro. Le botteghe di Murano in contrapposizione a quelle di Boemia ed il gusto che cambiando si orienta verso la moda d’oltralpe. I pregevoli manufatti conservati al Museo Davia Bargellini, si inquadrano benissimo nel contesto di ‘mode’ seguite dalle famiglie in vista del tempo ed ,in ultima istanza, nell’ideale museografico di ‘museo ambientato’ voluto dal Malaguzzi Valeri.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.museibologna.it/arteantica

Martedì 21 novembre

ore 18: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Nell’ambito di “novecento – musiche da un altro millennio”
“The Heliocentric Worlds of Sun Ra”
Per “Jazz Insight”, narrazione musicale di Emiliano Pintori, organo elettronico. Dedicato a Sun Ra (1914-1993).
Special guest Fabrizio Puglisi, pianoforte, ARP Odyssey.
Pianista, biblista, egittologo, capo spirituale, poeta e docente universitario, a 30 anni dalla morte terrena (data l’autoproclamata provenienza extraterrestre) la figura di Sun Ra resta indefinibile, contraddittoria, ma centrale per la musica del ‘900. Anticipatore del free jazz ma autoritario nella gestione della sua Arkestra, fu sperimentatore estremo ma sempre con un piede nella Swing Era. La sua vicenda umana e musicale sarà interpretata da uno dei principali improvvisatori italiani, Fabrizio Puglisi. “Jazz Insight” è un progetto di Emiliano Pintori per il Museo della Musica, in collaborazione con Bologna Jazz Festival. “Jazz Insight” ovvero la storia della musica africanoamericana, i suoi protagonisti e le vicende che ne hanno caratterizzato la storia.
Legate ai più importanti anniversari dell’anno, le narrazioni musicali saranno condotte dalla prospettiva del pianista jazz Emiliano Pintori, attraverso una selezione di materiale audiovisivo di rara fruizione e soprattutto le interpretazioni dal vivo dei suoi speciali ospiti: cinque imperdibili incontri per entrare nelle dinamiche e nei meccanismi della musica di questi grandi auto8 ri, imparando ad apprezzarla e ad evitare i falsi miti ed i luoghi comuni che spesso ne ostacolano la comprensione.

Per acquistare online il biglietto: https://www.midaticket.it/eventi/novecento-museo-dellamusica.

  • Info: www.museibologna.it/musica
  • Ingresso: € 6,00 / € 5,00 (studenti universitari con tesserino, minori di 18 anni, possessori Card Cultura)
  • mercoledì 22 novembre

ore 14-18: Museo Medievale – via Manzoni 4
“Lippo di Dalmasio e le arti a Bologna tra Trecento e Quattrocento”
Attività speciale di mediazione in mostra.
Ogni mercoledì, dalle 14 alle 18, per tutta la durata della mostra, un mediatore culturale sarà presente in mostra a disposizione del pubblico per fornire informazioni e approfondimenti sui contenuti.

  • Ingresso: biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto). Per i possessori di Card Cultura ingresso gratuito
  • Info: www.museibologna.it/arteantica

ore 17.30-18.30: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Do it yourself! Le etichette indipendenti di Bologna #8”
On air da MAMbo.
Una panoramica sulla scena della produzione musicale di Bologna attraverso il lavoro delle etichette indipendenti.
Diretta radio aperta al pubblico da MAMbo e in streaming su www.neuradio.it, a cura di NEURADIO e condotta da La Totta e Morra Mc. La diretta sarà successivamente disponibile in podcast.
Le attività che gravitano attorno alla Sala della Musica di Bologna, il nuovo spazio dedicato alla scena attuale della popular music, si ampliano ed escono dai confini dello spazio fisico, al secondo piano di Biblioteca Salaborsa, per raccontare il presente e il futuro della scena musicale del territorio.
Iniziative promosse dal Settore Cultura e Creatività del Comune di Bologna nell’ambito delle azioni di Bologna Città della Musica UNESCO.

Info: www.mambo-bologna.org

Giovedì 23 novembre

ore 15-17: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Starter – fermenti culturali”
In onda dal MAMbo su www.neuradio.it la prima puntata della nuova stagione di “Starter – fermenti culturali”, condotta in diretta da Moreno Mari, Carlotta Chiodi, Claudio Musso e Caterina De Feo.

La trasmissione, in streaming sul sito o tramite app per OS o Android, è concepita come un racconto settimanale di mostre, eventi, performance e novità relative al mondo culturale e artistico della città di Bologna e oltre.

  • Info: www.mambo-bologna.org

ore 17: Museo Medievale – via Manzoni 4
“Bernard Berenson and Byzantine Art: Correspondence, 1920-1957”
Per il ciclo “L’autore e il suo libro. Uno sguardo verso il vicino Oriente”, presentazione del volume di Gabriella Bernardi, Turnhout 2022, ed. Brepols.

  • Ingresso: gratuito
  • Info: www.museibologna.it/artentica

ore 18: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Materia vibrante”
Nell’ambito di “Ad occhi aperti”, progetto dedicato al fumetto, all’illustrazione e al disegno in
ogni sua forma, la sala conferenze MAMbo ospita l’incontro con Sammy Stein e Alessio Trabacchini.
Nel suo saggio “Materia vibrante”, la filosofa Jane Bennett estende il concetto di vitalità oltre
l’umano. La sua teoria non contempla l’idea di un umano al centro di un mondo inerte, ma rin –
traccia la vita nella materia artificiale, negli organismi in decomposizione, in tutto ciò che non
appare a prima vista come un soggetto. Qualcosa di questa teoria si rispecchia nelle opere di
Sammy Stein, ambientate in mondi affollati di rovine, materiali riflettenti, vetrosi, metallici
che appaiono più vivi degli umani che, si suppone, li hanno generati. Dal rapporto tra materia
disegnata, sguardo e percezione sensoriale, Stein racconta il suo modo di intendere e fare il fumetto, che si sposta dalla pagina disegnata e prende corpo nelle sue installazioni.
Incontro in italiano e francese, con traduzione consecutiva.

Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org