Top

Opsa & Friends: sold out il concerto show a Padova

È tutto esaurito il concerto Opsa & Friends al Teatro Verdi di Padova di sabato 2 dicembre, mentre sono già oltre 200 le prenotazioni per partecipare all’evento “Basta l’inclusione!” al Centro culturale San Gaetano domenica 3 dicembre alle 15.
Si prospetta, quindi, un grande successo per il fine settimana organizzato in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità da Opsa (Opera della Provvidenza S. Antonio), la grande realtà alle porte di Padova che si occupa proprio di disabilità e di non autosufficienza degli anziani.

Con “Opsa & Friends” la nostra intenzione era stimolare una riflessione sulla rappresentazione della disabilità attraverso momenti di spettacolo e di dibattito: la risposta che sta dando la cittadinanza è straordinaria e non possiamo che esserne grati, come ringraziamo anche enti, istituzioni e associazioni per l’appoggio dato a questa iniziativa

afferma don Roberto Ravazzolo, direttore generale Opsa.

Sold out il concerto Opsa & Friends al Teatro Verdi, sabato 2 dicembre ore 18

Il concerto Opsa & Friends, con la direzione artistica di Alessandra Pascali e la regia di Vittorio Zambon, è l’evento di punta fra le iniziative dell’omonimo fine settimana e i biglietti sono ormai esauriti. Aperto dalla Andamento Lento band, il gruppo nato dai laboratori di musicoterapia dell’Opsa, e con le coreografie dei ballerini di Dance4fun, lo spettacolo avrà come guest star Paolo Vallesi, Vittorio Matteucci e Alice B. E vedrà alternarsi sul palco i cori Choritaly,

Le voci accanto, il coro MIOV (che sta per medici-infermieri-oss-volontari e al quale per l’occasione si uniranno anche alcuni operatori dell’Opsa), il coro degli Stonati con coristi da Padova e Mestre, i Blubordò Junior e Young. Le canzoni scelte saranno tutte un inno a vedere la vita con occhi resilienti e positivi, perché il messaggio è che la fragilità non è un ostacolo da rimuovere ma un’opportunità da cogliere per restare umani

Domenica 3 dicembre: Incontro-spettacolo “Basta l’inclusione!”

Alla rappresentazione della disabilità è dedicato il corso valido per la formazione professionale continua dei giornalisti “Le parole della disabilità, per un linguaggio di vera inclusione” (sabato 2 dicembre alle 9.30 all’Opsa), che darà formalmente il via alla due giorni di Opsa & Friends. Ma il momento principale di confronto sul tema è l’incontro-spettacolo Basta l’inclusione!, domenica 3 dicembre alle 15 al Centro San Gaetano (ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione consigliata su Eventbrite).

In questa sede Opsa promuove un’occasione di confronto e dialogo tra soggetti che a vario titolo si occupano di disabilità, a partire dagli enti locali con gli interventi di Margherita Colonnello, assessora del Comune di Padova al Sociale, integrazione e inclusione sociale, e di Sabrina Doni, sindaca di Rubano dove Opsa ha sede.

Ma anche le associazioni aderenti al Patto per lo Sviluppo di un nuovo welfare e la Fondazione Oggi e Domani che si preoccupa del “dopo di noi”, fino a chi della disabilità si occupa in termini di comunicazione accessibile, come Rai Pubblica Utilità: interverrà, infatti Michela La Pietra, responsabile Accordi, Partnership e Convenzioni. L’evento poi prosegue con un momento di spettacolo con performance proposte dalle associazioni e il filo conduttore della rilettura, in chiave teatrale, della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità a cura di Guido Marangoni, autore della rubrica “Buone notizie secondo Anna” sul Corriere della Sera

Il bene che opera, Opsa e Rai Pubblica Utilità insieme

La presenza di Rai Pubblica Utilità a Padova si deve a Il bene che opera, una mini serie di sei episodi, dove altrettante persone che lavorano e frequentano Opsa raccontano la quotidianità dell’area disabilità della struttura. La serie, prodotta da Opsa con il sostegno di Fondazione Cariparo e con la partnership di Rai Pubblica Utilità per la specifica parte legata alla fruizione in modalità accessibile, sarà prossimamente disponibile su Raiplay.

Il bene che opera sarà presentato in anteprima alla stampa e poi al pubblico proprio nell’ambito di Opsa & Friends.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.