Il fascino dei luoghi abbandonati è innegabile: testimonianze di un passato che sembra congelato nel tempo, questi posti evocano storie di grandezza e declino. Questi posti incredibili sono un’idea originale per rendere il vostro viaggio decisamente diverso e, se viaggiate in famiglia, potrete raccontare la storia affascinante di alcuni di questi luoghi ai vostri bambini rendendo il viaggio ancora più particolare

Ecco un viaggio attraverso sei dei luoghi abbandonati più insoliti e misteriosi del mondo, dove la natura ha reclamato i suoi diritti e l’uomo ha lasciato solo tracce.

Bodie, città fantasma in California

Situata sulle Bodie Hills, a est della Sierra Nevada, Bodie è una città fantasma che risale al XIX secolo. Fondata durante la corsa all’oro in California, attirò migliaia di persone desiderose di arricchirsi estraendo oro dalle miniere. Tuttavia, due incendi e il crollo di una cava negli anni ’30 portarono all’abbandono della città. Oggi, Bodie è un parco storico protetto dallo Stato della California, che preserva gli edifici e i manufatti in un museo all’aperto. Camminare tra le sue strade polverose e osservare gli edifici ben conservati è come fare un salto indietro nel tempo.

Lago Natron, Tanzania

(Lago Natron, Tanzania)

Il Lago Natron, in Tanzania, è famoso per il suo insolito colore rosso violaceo, dovuto alla vicinanza di un vulcano. Le sue acque calde e alcaline sono altamente tossiche e mortali per la maggior parte degli animali, capaci di fermare il processo di decomposizione e pietrificando i corpi degli animali che vi si immergono.
Spesso con temperature superiori ai 40°C, il lago profondo 3 metri è uno dei luoghi più desolati e affascinanti della Tanzania, attirando fotografi e scienziati da tutto il mondo.

Cape Romano Dome House, Florida

(Cape Romano Dome House)

Negli anni ’80, un industriale del petrolio costruì a Cape Romano, vicino a Marco Island, in Florida, alcune case vacanza su palafitte, caratterizzate da cupole interconnesse che ricordano dischi volanti.
Purtroppo, un uragano devastante distrusse le case e erose le cupole, lasciandole sospese come scheletri in mezzo al mare.
Oggi, queste strutture minimaliste, immerse nell’acqua a circa 90 metri dalla riva, sono diventate un rifugio per gli uccelli e un’attrazione insolita sulla costa sud-occidentale della Florida.

Tianluokeng Tulou, Fujian, Cina

(Tianluokeng Tulou, Fujian, Cina)

Arroccate sulle montagne del Fujian sud-orientale, in Cina, le Tianluokeng Tulou sono residenze rurali cinesi uniche nel loro genere. Questi edifici circolari chiusi, costruiti tra il XII e il XX secolo con muri di fango, pietra, bambù e legno, sono inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità UNESCO.
Le Tulou erano utilizzate come abitazioni comunitarie, offrendo protezione agli abitanti contro i banditi. La loro architettura e storia rendono queste strutture tra le più affascinanti e antiche della Cina.

Villaggio fantasma di Houtouwan, Cina

(Villaggio fantasma di Houtouwan, Cina)

Situato sull’isola di Shengshan, nella Cina orientale, il villaggio di Houtouwan era un prospero villaggio di pescatori fino agli anni ’90, quando fu gradualmente abbandonato.
Oggi, le case vuote sono ricoperte da una vegetazione lussureggiante, rendendo il villaggio un luogo surreale e affascinante. Difficile da raggiungere e lontano dalle città circostanti, Houtouwan è un esempio impressionante di come la natura possa reclamare i suoi spazi.

Isola di Hashima (Gunkanjima), Nagasaki, Giappone

Conosciuta anche come Gunkanjima o Isola della nave da guerra, Hashima è un’ex isola mineraria al largo di Nagasaki, in Giappone. Abbandonata rapidamente nel 1974 dopo la chiusura delle miniere di carbone, l’isola è diventata un simbolo dell’industrializzazione giapponese.
Le rovine degli edifici e i quartieri di cemento, soprannominati “la scala dell’inferno“, testimoniano il passato intenso dell’isola. Hashima è anche apparsa nel film di James Bond “Skyfall”, rendendo ancora più celebre questo luogo inquietante e affascinante.