Roma, la Città Eterna, è stata recentemente celebrata dal noto quotidiano inglese The Guardian, che ha esaltato il suo ricco patrimonio storico, architettonico e culinario. L’articolo, scritto da Conn Iggulden, non solo elogia le attrazioni più famose e conosciute, ma mette anche in luce alcuni dei tesori meno noti della capitale italiana, rendendola una destinazione perfetta per ogni tipo di viaggiatore, compresi i bambini.

Roma: le bellezze nascoste esaltata dal Guardian

Il Guardian ha delineato un itinerario che permette di scoprire Roma in tutta la sua magnificenza, suggerendo che il periodo migliore per visitarla è la primavera, quando il clima è piacevole e la città non è ancora invasa dai turisti.

Attrazioni iconiche e luoghi insolti

Oltre ai classici come il Colosseo, la Fontana di Trevi e il Vaticano, Iggulden invita a esplorare il Foro Romano, un luogo che offre una delle più preziose testimonianze della storia politica della città antica.
La magia di Roma si vive anche passeggiando tra i suoi colli, teatro di eventi storici e dimora di figure come Nerone, Pompeo e Giulio Cesare.

Un’altra gemma da non perdere è il Pantheon, con le sue imponenti colonne di granito proveniente dall’Egitto, un monumento che incanta per la sua storia millenaria.

Siti suggestivi per grandi e bambini

Queste due mete proposte dal Guardin sono molto particolari e, anche se potranno sembrarvi “macabre” possono nascondere aspetti didattici importanti per i bambini (di qualsiasi età).
Il primo è un cimitero, molto particolare, la seconda è una cripta di frati capuccini.

(foto via Tripadvisor)

Cimitero Acattolico di Roma

Tra i luoghi meno noti consigliati dal Guardian c’è il Cimitero Acattolico di Roma, un luogo di pace e storia che ospita le tombe di scrittori, pittori, scultori e altre figure di rilievo internazionale. Questo cimitero rappresenta una tappa affascinante per i più curiosi, inclusi i bambini, che possono imparare molto sulle diverse culture e religioni attraverso le tombe presenti.

Cripta dei Cappuccini

Un altro sito unico è la Cripta dei Cappuccini, situata vicino a Piazza Barberini sotto la chiesa di Santa Maria della Concezione. Qui, in diverse cappelle, si trovano i resti scheletrici di oltre tremila frati cappuccini, offrendo un’esperienza educativa e affascinante anche per i piccoli visitatori.

(foto via Tripadvisor)

Altri Luoghi da non perdere a Roma

Tra gli altri luoghi consigliati figurano la Domus Aurea, il Circo Massimo e Villa Borghese, perfetti per una giornata di scoperta e divertimento in famiglia, ma decisamente più turistici e meno particolari.

Cosa mangiare a Roma secondo il Guardian

Conn Iggulden non si è limitato solo a parlare dei luoghi da visitare, ma ha anche fornito preziosi consigli culinari. Tra i piatti da non perdere ci sono i bucatini all’amatriciana e gli spaghetti alla carbonara, due classici della cucina romana. I carciofi alla romana e i carciofi alla giudia, serviti soprattutto in primavera, sono altre delizie da assaporare.
Su questo il popolare quotidiano britannico è stato molto banale purtroppo.

Esperienze culinarie per tutta la Famiglia

Iggulden racconta di aver gustato un’ottima pizza con vista sulla fontana del Bernini in Piazza Navona e suggerisce di cenare nella zona di Trastevere, famosa per i suoi ristoranti tipici.
Questo quartiere è ideale anche per le famiglie, grazie alla sua atmosfera vivace e accogliente.