Top
Francia

Uno dei borghi più belli della Francia dove ammirare un castello e un’abbazia fantastica

Gordes, annidato nelle colline del Luberon, nel cuore della Provenza, Francia, è un tesoro di storia, arte e natura incontaminata. Questo borgo, classificato tra i più bei villaggi di Francia, offre ai visitatori un tuffo nel passato, con le sue stradine acciottolate, le case in pietra che brillano sotto il sole provenzale e una vista mozzafiato sulla valle sottostante.

In questo articolo, esploreremo i luoghi d’interesse, le attività e le curiosità che rendono Gordes una destinazione imperdibile per chiunque visiti la Provenza.

Storia e architettura del borgo di Gordes

La storia di Gordes risale a oltre mille anni fa, con evidenze di insediamenti che datano fin dal periodo romano. Il castello rinascimentale che domina il centro del villaggio testimonia l’importanza storica e strategica di Gordes. La sua architettura, un mix di elementi medievali e rinascimentali, racconta storie di nobiltà e guerre, di arte e cultura.

Le abitazioni tradizionali di Gordes, costruite in pietra secca prelevata dalle stesse colline su cui sorge il villaggio, si fondono armoniosamente con il paesaggio circostante. Camminando per le strette strade, si può ammirare la maestria degli artigiani locali che, generazione dopo generazione, hanno saputo preservare l’autenticità e la bellezza del borgo.

Cosa vedere a Gordes

  • Il Castello di Gordes: Al centro del villaggio, il castello è un punto di riferimento che accoglie i visitatori con la sua imponente facciata. Ospita mostre d’arte e eventi culturali durante tutto l’anno.
  • L’Abbazia di Sénanque: A breve distanza da Gordes, questa abbazia cistercense del XII secolo è famosa per i suoi campi di lavanda che fioriscono in estate, offrendo uno spettacolo naturale e olfattivo senza pari.
  • Le Village des Bories: Vicino a Gordes, questo insediamento di antiche capanne in pietra offre uno sguardo unico sulla vita rurale della Provenza storica.

Attività da fare a Gordes con i bambini in famiglia

Gordes offre numerose attività per i visitatori. Le escursioni nei dintorni permettono di scoprire la natura selvaggia del Luberon, con i suoi sentieri tra oliveti, vigneti e foreste. Gli appassionati di fotografia troveranno innumerevoli spunti, grazie alla luce unica che ha ispirato artisti di ogni epoca; anche i bambini potranno cimentarsi in foto e scatti o con l’aiuto dello smartphone o con una macchina fotografica economica.

Il mercato settimanale è un’altra tappa obbligata, dove gustare i prodotti locali come formaggi, olive, vini e la famosa lavanda della Provenza. Gordes è anche un ottimo punto di partenza per esplorare altri villaggi del Luberon, ognuno con la sua identità e storia.

Come arrivare a Gordes partendo in auto da Torino

  1. Partenza da Torino: Inizia il tuo viaggio dirigendoti verso ovest, seguendo le indicazioni per l’autostrada A55 verso il Traforo del Frejus/Francia.
  2. Traforo del Frejus: Attraversa il tunnel del Frejus che connette l’Italia alla Francia. Ricorda che per il tunnel è richiesto il pagamento di un pedaggio.
  3. Ingresso in Francia: Una volta in Francia, continua sulla A43/E70 in direzione di Chambéry.
  4. Verso Grenoble: Segui l’A43/E70 fino a raggiungere Grenoble. Questa parte del viaggio ti porterà attraverso le Alpi, offrendo paesaggi spettacolari.
  5. Da Grenoble a Sisteron: Dopo Grenoble, prendi l’A480 per un breve tratto, poi continua sull’A51 in direzione di Sisteron. Questa sezione del viaggio ti porterà attraverso le prealpi francesi.
  6. Direzione Avignone: Una volta vicino a Sisteron, segui le indicazioni per l’A7/E714 in direzione di Avignone. L’autostrada A7 è nota anche come l’Autostrada del Sole.
  7. Avvicinamento a Gordes: Lascia l’A7 presso l’uscita per Avignone Sud e prosegui sulla D900 in direzione di Apt. Da Apt, segui le indicazioni per Coustellet e poi per Gordes sulla D2.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.