Top
Toscana

Anche la Toscana ha la sua Montecarlo: un borgo in onore di un Imperatore Romano

Montecarlo è un affascinante borgo medievale in provincia di Lucca: in molti lo conoscono per i panorami mozzafiato, per i vigneti rigogliosi e per il suo patrimonio storico, Montecarlo offre una combinazione unica di cultura, storia e enogastronomia, rendendolo una destinazione ideale per gli amanti della buona tavola e della storia della Toscana.

Storia di Montecarlo

Anticamente noto come Vivinaia, il borgo originario era un possedimento dei duchi della Tuscia, situato ai piedi di un colle che sarebbe diventato la scena di un nuovo inizio per la comunità.

All’inizio del XIV secolo, in seguito alle distruzioni causate dai fiorentini nel 1331, le autorità lucchesi deliberarono la rifondazione del borgo in un sito più sicuro e difendibile: sulla sommità del colle del Cerruglio, dove già si ergeva l’omonima fortezza.

Il borgo cambia nome per l’imperatore

Nel 1333, con l’ascesa al potere di Carlo IV di Lussemburgo, futuro imperatore del Sacro Romano Impero, il borgo fu rinominato Montecarlo in suo onore, riconoscendo il suo ruolo chiave nell’aiutare la città di Lucca a sfuggire all’occupazione pisana. La scelta di tale nome simboleggiava non solo gratitudine politica ma anche un auspicio per un’avvenire di prosperità e forza.

La costruzione della fortezza

La fortezza del Cerruglio si rivelò di cruciale importanza nelle dispute territoriali tra le città di Lucca, Pisa e Firenze. Fu da questa roccaforte che Castruccio Castracani, il valoroso signore di Lucca, pianificò le manovre militari che culminarono nella storica vittoria nella battaglia di Altopascio del 1325.

Sotto Firenze la fortezza crebbe ancora

Con il passare dei secoli, la fortezza fu oggetto di ampliamenti e rafforzamenti. Il dominio sulla rocca e il borgo passò nelle mani di Paolo Guinigi, un altro potente signore di Lucca, che ne accrebbe le difese. Successivamente, quando Montecarlo cadde sotto il controllo fiorentino, specialmente durante il governo granducale a partire dal 1437, la fortezza e il borgo furono ulteriormente fortificati e divennero un baluardo fiorentino in una terra contesa.

Cosa visitare a Montecarlo

  • Rocca del Cerruglio: Il castello che domina il borgo, con torri e mura medievali che offrono una vista panoramica sulla campagna circostante.
  • Teatro dei Rassicurati: Un piccolo e incantevole teatro ottocentesco che continua a ospitare eventi culturali e spettacoli.
  • Chiesa di Sant’Andrea: Situata nel cuore del borgo, questa chiesa conserva opere d’arte di notevole valore, inclusi affreschi e sculture.
  • Vigneti e cantine: Montecarlo è famoso per la produzione di vini pregiati. Molte cantine offrono degustazioni e tour guidati.

Cosa vedere nei dintorni di Montecarlo

  • Villa Torrigiani: costruita a Camigliano, questa villa del XVI secolo è nota per i suoi splendidi giardini all’italiana.
  • Parco di Pinocchio a Collodi: un parco tematico dedicato al famoso burattino, ideale per una gita in famiglia.
  • Montecatini Terme: conosciuta per le sue acque termali curative, offre un’opportunità per relax e benessere.
  • Lucca: questa città murata è ricca di storia, con numerosi monumenti, chiese e un’atmosfera unica da esplorare.

Curiosità di Montecarlo

Oltre alla sua storia e cultura, Montecarlo è noto per il suo “Festival del Vino“, un evento annuale che celebra i vini locali e la cucina toscana. Durante il festival, le strade del borgo si animano con stand gastronomici, musica dal vivo e naturalmente, degustazioni di vino.

Mappa di Montecarlo

Montecarlo è situato su una piccola collina, con la sua pianta medievale ancora ben visibile.

Come arrivare a Montecarlo partendo da Firenze in auto

Per raggiungere Montecarlo da Firenze:

  1. Prendere l’autostrada A11 in direzione ovest verso Pisa Nord.
  2. Uscire a Montecatini Terme e seguire le indicazioni per Montecarlo.
  3. Il tragitto dura circa 50 minuti, coprendo una distanza di circa 60 km.

Montecarlo è un borgo che offre un’esperienza tra le colline Toscane non solo autentica e piacevole, ma vi regalerà un luogo dove storia, cultura e enogastronomia si fondono in un contesto paesaggistico indimenticabile.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.