Top
Marche

Il bellissimo borgo nelle Marche dove fuggiaschi Ascolani fondarono la città

Offida, borgo splendio nato nel cuore delle Marche, è un luogo che sorprende e incanta. Questa guida vi accompagnerà alla scoperta di un luogo dove storia, cultura e tradizioni si intrecciano, regalando esperienze uniche, fino a scoprire il gesto eroico accaduto durante lala Seconda Guerra Mondiale.

La storia di Offida

Offida e la sua nascita sono avvolti nel mistero, con le sue origini che diventano oggetto di dibattito tra gli storici. Il nome stesso del borgo suscita curiosità e interpretazioni variegate. La presenza di tombe picene e reperti romani attesta l’antichità dell’insediamento, ma solo con l’arrivo dei fuggiaschi Ascolani nel 578 d.C., in fuga dall’invasione longobarda, si ha la fondazione certa di castelli e la conseguente nascita di Offida come centro abitato.

L’Evoluzione Medievale

Già nel VII secolo, Offida emerge come sito di rilevanza, assumendo un ruolo chiave nell’era carolingia e sotto il Sacro Romano Impero, testimoniando la sua crescente importanza strategica e sociale. La prima menzione storica certa risale al 1039, quando il castello di Offida viene ceduto all’Abbazia di Farfa, segnando l’inizio di un’era di prosperità e sviluppo.

Autonomia e riconoscimenti Papali

Nel 1261, Offida riceve una conferma significativa del proprio status attraverso una bolla di Papa Urbano IV che istituisce il Presidato Farfense, marcando l’indipendenza del borgo da altre diocesi. Questo periodo vede Offida consolidare la sua autonomia con la possibilità, concessa da Papa Niccolò IV nel 1292, di eleggere propri podestà, consoli e priori, riconoscendo ufficialmente le istituzioni locali.

Secoli di Conflitti e Prosperità

Tra il XIII e il XVI secolo, Offida è protagonista delle dispute territoriali tra Ascoli e Fermo, optando per quest’ultima e vivendo periodi di tensione ma anche di crescita. Le lotte interne tra guelfi e ghibellini caratterizzano il Cinquecento, periodo seguito da un’importante tregua con Ascoli. La giurisdizione passa poi sotto lo Stato della Chiesa, segnando una nuova fase di stabilità e sviluppo.

Offida viene elevata al rango di città nel 1831 per volere di Papa Gregorio XVI, inaugurando un’epoca di transizione dall’agricoltura all’artigianato e all’industrializzazione.

Offida durante la Seconda Guerra Mondiale

Durante il conflitto, Offida diviene scenario di gesti di umanità e coraggio: la famiglia Talamonti salva i Ventura, una famiglia di ebrei greci, dall’occupazione tedesca.
Questo atto di solidarietà viene riconosciuto nel 1979 con l’onorificenza di “Giusti tra le Nazioni” dall’Istituto Yad Vashem.

Cosa visitare nel borgo di Offida

  • Il Teatro Serpente Aureo: gioiello dell’architettura teatrale settecentesca.
  • La Chiesa di Santa Maria della Rocca: esempio emblematico di arte romanica e gotica, domina il paesaggio dall’alto di un’incantevole collina.
  • Il Palazzo Comunale: con la sua elegante facciata, testimonia la ricchezza storico-artistica del borgo.
  • Il Museo del Merletto a Tombolo: dove scoprire l’antica tradizione del merletto offidano, famoso in tutto il mondo.
  • Le cantine vinicole: per degustare il Pecorino e il Passerina, vini che raccontano il territorio attraverso i suoi sapori.

Cosa Visitare vicino al borgo di Offida

  • Ascoli Piceno: con la sua celebre Piazza del Popolo, è una delle città d’arte più importanti delle Marche.
  • Grottammare: per una passeggiata tra i vicoli del borgo antico o un relax in spiaggia.
  • Ripatransone: noto come il “Belvedere del Piceno” per le sue straordinarie vedute panoramiche.
  • La Riserva Naturale Abbadia di Fiastra: un’oasi verde per amanti della natura e del trekking.

Mappa di Offida

Curiosità su Offida

Offida è famosa per il suo Carnevale storico, uno degli eventi più antichi e suggestivi delle Marche.
Un altro aspetto peculiare è la produzione del merletto a tombolo, un’arte che si tramanda di generazione in generazione, riconosciuta come vero e proprio simbolo della cittadina.

Come Arrivare a Offida Partendo da Ancona

Per raggiungere Offida da Ancona, il percorso più veloce prevede l’uso dell’autostrada A14 in direzione sud, uscendo a San Benedetto del Tronto e proseguendo poi sulla SS4 Salaria verso Ascoli Piceno, seguite le indicazioni per Offida. Il viaggio dura circa un’ora e mezza, offrendo lungo il percorso splendide vedute delle colline marchigiane.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.