Top
Toscana

Il borgo in Toscana dove dal lago riemerge un paese fantasma ogni 10 anni

Vagli Sotto, un comune nella provincia di Lucca, si trova a circa 600 metri sopra il livello del mare. Storicamente, il borgo ha avuto una forte connotazione agricola, ma oggi è noto principalmente per il Lago di Vagli, un bacino artificiale creato nel 1947 per esigenze idroelettriche, che ha sommerso l’antico villaggio di Fabbriche di Careggine.

La storia del borgo sommerso

Nel profondo del lago di Vagli si nasconde un borgo ormai sommerso, noto come Fabbriche di Careggine, trasformato in un vero e proprio paese fantasma popolato da specie acquatiche e avvolto da memorie di un tempo andato.
Questo villaggio, ricoperto dalle acque di un bacino artificiale, conserva sotto il suo manto liquido le strutture di un tempo: case in pietra, un cimitero, un ponte a tre arcate e la chiesa romanica di San Teodoro, il cui campanile spunta come l’apice di questa piccola Atlantide.

Tutto ebbe inizio nel 1946

La storia di questa singolare località inizia nel 1946, quando il corso del fiume Edron venne bloccato da una diga, costruita per generare energia idroelettrica. Questo intervento ha gradualmente sommerso l’antico villaggio di Fabbriche, composto da 31 abitazioni e popolato da 146 anime, con il processo che si concluse definitivamente nel 1953. Gli abitanti furono ricollocati a Vagli Sotto, un nuovo insediamento progettato per replicare l’originale impianto urbanistico del villaggio medievale abbandonato.

Da allora, Fabbriche di Careggine riemerge dalle acque soltanto durante le operazioni di manutenzione della diga, un evento che trasforma il lago in un’attrazione temporanea per migliaia di visitatori che affollano il ponte Morandi per ammirare il borgo rivelato.
Originariamente previsto ogni dieci anni, questo fenomeno si è verificato solo in quattro occasioni: nel 1958, 1974, 1983 e 1994, rendendo ogni emersione un momento storico di grande fascino.

Cosa visitare a Vagli Sotto

  • Chiesa di San Regolo: La primitiva cappella di Vagli, inizialmente una filiale della pieve di Piazza al Serchio e parte della diocesi di Luni, fu eretta nel Basso Medioevo, precisamente tra i secoli XII e XIII. La sua esistenza è documentata per la prima volta nel 1296..
  • Il Lago di Vagli: famoso per il paese fantasma che riemerge nelle rare occasioni di svuotamento del lago.
  • Parco dell’Antica Frana: dove si possono osservare gli effetti geologici delle frane e la ricca flora locale.
  • Rocca di Vagli: Le rovine di un antico castello che offrono una vista panoramica sulla valle sottostante.

Cosa vedere nei dintorni di Vagli Sotto

  • Grotta del Vento: un complesso di grotte naturali esplorabili, situato nelle vicinanze, offre un’avventura unica nel suo genere per gli amanti della speleologia.
  • Careggine: un altro villaggio storico nelle vicinanze, noto per la sua atmosfera medievale e le tradizioni locali.
  • Fortezza delle Verrucole: una fortezza ben conservata che offre una visione della vita medievale e splendide viste sui dintorni.
  • Isola Santa: un piccolo borgo antico circondato da un lago artificiale, perfetto per passeggiate tranquille e pic-nic.

Curiosità di Vagli Sotto

Una delle curiosità più affascinanti di Vagli Sotto è senza dubbio il paese sommerso di Fabbriche di Careggine. Questo antico villaggio riappare solo durante lo svuotamento del lago di Vagli, offrendo uno spettacolo quasi surreale e attirando turisti e fotografi da tutto il mondo per catturare l’insolito paesaggio.

Mappa di Vagli Sotto

Come arrivare a Vagli Sotto partendo da Firenze in auto

Per arrivare a Vagli Sotto partendo da Firenze, prendere l’autostrada A11 in direzione nord verso Lucca e poi proseguire sulla A15 direzione La Spezia.
Uscire a Aulla e seguire le indicazioni per Passo del Cerreto e poi per Castelnuovo di Garfagnana. Da Castelnuovo, continuare seguendo le indicazioni per Vagli Sotto. Il viaggio dura circa 2 ore e 30 minuti.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.