Top
Umbria

Il borgo in Umbria famoso in tutto il mondo nato da un incendio di 2000 anni fa

Nel cuore verde dell’Umbria, tra dolci colline punteggiate di ulivi e vigneti, sorge Deruta, un borgo che conserva gelosamente un’arte antica e preziosa: la ceramica. Questa piccola cittadina, situata a pochi chilometri da Perugia, è rinomata in tutto il mondo per la produzione di ceramiche artistiche, una tradizione che si tramanda di generazione in generazione e che risale al Medioevo.

La Storia di Deruta

Le origini di Deruta sono avvolte in mistero. Si ipotizza che sia stata fondata dai perugini dopo l’incendio di Perugia, a seguito del Bellum Perusinum (41-40 a.C.), con il nome che deriverebbe dal latino diruo, “distruggere”. Tuttavia, secondo l’umanista Flavio Biondo, il nome Deruta non appare nei documenti prima del XVII secolo, smentendo un collegamento diretto con tale evento storico. Nonostante le varie teorie sulle origini del suo nome, Deruta ha sempre rappresentato un importante baluardo per Perugia verso sud.

I resti del castello e le origini romane

Il borgo conserva ancora oggi un aspetto di castello fortificato, con resti archeologici romani visibili nell’atrio del Municipio, testimoniando una presenza abitativa sin dall’epoca romana. Un frammento di lastra decorativa del VII secolo indica l’esistenza di un borgo prospero già nell’Alto Medioevo.

Nel corso dei secoli, Deruta ha attraversato momenti significativi, come la donazione del paese da parte dell’Imperatore Ottone III a nobili germanici nel X secolo, e l’elaborazione di propri Statuti nel XIII e XV secolo, che prevedevano una governance locale in collaborazione con Perugia. Tuttavia, la popolazione subì gravi perdite a causa delle pestilenze del Quattrocento, portando a una riduzione delle sue mura.

Dopo la guerra del sale la prosperità

Durante la Guerra del sale (1540), nonostante l’opposizione al Papa e la temporanea sottomissione a Pier Luigi Farnese, Deruta fu devastata. Successivamente, entrò in un periodo di pace sotto il governo pontificio, che favorì lo sviluppo della maiolica artistica, rendendo famosa Deruta nel mondo. La dominazione della Chiesa terminò nel 1860, con solo brevi interruzioni durante il dominio francese tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo.

Cosa fare e vedere a Deruta

Il museo regionale della ceramica

Per chi desidera approfondire la conoscenza della ceramica derutese, il Museo Regionale della Ceramica è una tappa obbligata. Il museo ospita una delle più ricche collezioni di ceramiche umbre, con pezzi che vanno dal Medioevo fino all’epoca contemporanea. Le sale espositive raccontano l’evoluzione stilistica e tecnica della ceramica di Deruta, evidenziando l’influenza che questo artefatto ha avuto nella cultura e nella vita quotidiana della regione.

Laboratori e botteghe artigiane

Passeggiando per le strette vie di Deruta, è impossibile non rimanere affascinati dalle numerose botteghe e laboratori artigiani che punteggiano il borgo. Qui, i visitatori possono assistere in prima persona alla creazione delle ceramiche, dalla lavorazione dell’argilla alla decorazione a mano, secondo tecniche tradizionali che si sono evolute nel tempo. Molte botteghe offrono anche laboratori esperienziali, dove grandi e bambini possono cimentarsi nell’arte della ceramica, creando un proprio pezzo unico da portare a casa.

L’architettura di deruta

Oltre alla ceramica, Deruta offre ai suoi visitatori un interessante patrimonio architettonico, che riflette la ricchezza storica e culturale del borgo. La Chiesa di San Francesco, con la sua facciata gotica, e la Palazzina Municipale, che ospita affreschi del XV e XVI secolo, sono solo alcuni degli edifici storici che meritano una visita. Non meno affascinante è il centro storico, con le sue case medievali e rinascimentali che si affacciano su strette vie lastricate.

Eventi e manifestazioni a Deruta

Deruta è anche sede di numerosi eventi e manifestazioni legati al mondo della ceramica, tra cui la famosa Fiera della Ceramica, che si svolge ogni anno e attira collezionisti e appassionati da tutta Italia. Durante la fiera, il borgo si anima di stand, mostre, laboratori e dimostrazioni dal vivo, offrendo una panoramica completa sulla ceramica di Deruta e sulla sua importanza culturale ed economica.

Cosa fare a Deruta con i bambini

  1. Laboratori di ceramica: Deruta è famosa in tutto il mondo per la produzione di maiolica. Molti laboratori locali offrono workshop e corsi brevi dove grandi e piccini possono imparare le tecniche di decorazione della ceramica, un’attività creativa e divertente che stimola la manualità e la creatività.
  2. Visita al Museo Regionale della Ceramica: Questo museo è dedicato alla tradizione ceramica di Deruta e presenta una vasta collezione di opere che spaziano dal Medioevo fino ai giorni nostri. I bambini possono scoprire la storia e l’evoluzione della ceramica, ammirando pezzi colorati e di varie forme.
  3. Pic-nic al Parco del Bagno: Se il tempo lo permette, un pic-nic in famiglia al Parco del Bagno può essere un’ottima idea per godersi la natura. Il parco offre spazi verdi dove i bambini possono giocare e correre all’aria aperta.
  4. Scoprire il centro storico: Una passeggiata nel centro storico di Deruta permette di scoprire angoli pittoreschi e vie lastricate. È un’occasione per insegnare ai bambini un po’ di storia in modo leggero e piacevole, ammirando le antiche mura e le torri del castello.
  5. Visita alla Perugina Casa del Cioccolato: Se avete tempo per un breve viaggio nei dintorni, la Perugina Casa del Cioccolato a Perugia offre tour della fabbrica e laboratori dove i bambini (e gli adulti) possono imparare a fare il cioccolato e assaggiare varie delizie.

Come arrivare a Deruta partendo da Firenze

Per arrivare a Deruta da Firenze in macchina, segui queste indicazioni generali.

  1. Partenza da Firenze: Inizia il tuo viaggio dirigendoti verso sud-est dalla città di Firenze.
  2. Autostrada A1: Immettiti sull’Autostrada A1/E35 in direzione di Roma. Questa è una delle principali autostrade italiane e collega il nord e il sud della penisola.
  3. Uscita Valdichiana: Dopo aver percorso un tratto significativo sull’A1, prendi l’uscita Valdichiana-Bettolle per immetterti sulla superstrada in direzione di Perugia (E45).
  4. Superstrada E45: Continua sulla E45 seguendo le indicazioni per Perugia.
  5. Uscita per Deruta: Mentre ti avvicini a Perugia, troverai le indicazioni per uscire in direzione di Deruta. Segui queste indicazioni per uscire dalla superstrada e avvicinarti alla tua destinazione.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.