Questo borgo in Abruzzo, un luogo che pare essere uscito direttamente da un film come Il Signore degli Anelli vi sorprenderà con il suo maestoso castello che domina il paesaggio e le sue strette stradine medievali, questo piccolo paese è la destinazione ideale per una vacanza in famiglia.
I bambini saranno affascinati dalla storia e dalle leggende che avvolgono questo luogo, mentre i genitori apprezzeranno la tranquillità e la bellezza naturale del borgo.

Storia del Borgo di Roccascalegna

Le origini di Roccascalegna risalgono al Medioevo, quando il castello fu costruito come avamposto difensivo contro le incursioni nemiche.
Il nome del borgo, “Roccascalegna“, deriva probabilmente dalla combinazione delle parole “rocca” (fortezza) e “scalegna” (scala), facendo riferimento alla sua posizione elevata e alle ripide scalinate che conducono al castello.
Durante i secoli, il castello ha subito varie trasformazioni e ampliamenti, ma ha mantenuto intatta la sua imponenza e il suo fascino.

Cosa visitare a Roccascalegna

  • Castello di Roccascalegna: ovviamente questo è il fulcro del borgo, questo castello medievale è una tappa obbligata. I bambini adoreranno esplorare le torri e i bastioni, mentre i genitori apprezzeranno le viste panoramiche mozzafiato sulla valle sottostante.
  • Chiesa di San Pietro: Una piccola chiesa situata ai piedi del castello, nota per i suoi affreschi e la tranquillità che offre ai visitatori.
  • Centro Storico: Passeggiare per le strette vie del borgo, scoprendo angoli pittoreschi e scorci affascinanti, è un’esperienza che piacerà a tutta la famiglia.

Cosa vedere vicino a Roccascalegna

  • Parco Nazionale della Majella: Situato a breve distanza, questo parco offre numerosi sentieri escursionistici adatti a famiglie e la possibilità di vedere la fauna locale.
  • Lago di Bomba: Un lago artificiale perfetto per un picnic in famiglia o per un’escursione in barca.
  • Grotte del Cavallone: Queste spettacolari grotte sono un’avventura sotterranea che affascinerà grandi e piccini.

Leggende su Roccascalegna

La Leggenda del Corvo

Nella prima metà del 1600, un crudele barone di nome de Corvis impose ai suoi vassalli di venerare un corvo nero. Coloro che si rifiutavano venivano arrestati e gettati nelle segrete, dove erano dilaniati da spade conficcate nel terreno. Questa ossessione gli valse il soprannome di “Corvo de Corvis”.

Ius Primae Noctis

Il barone de Corvis è anche noto per aver imposto lo “Ius Primae Noctis”, il diritto della prima notte. I novelli sposi dovevano pagare una tassa per evitare che il barone trascorresse la prima notte di nozze con la sposa. Chi non poteva pagare, doveva cedere la sposa al barone.
Questa pratica fece infuriare il sacerdote della chiesa di San Pietro, che scomunicò il barone e incitò i cittadini alla ribellione. In risposta, il barone inviò i suoi uomini a intimidire il sacerdote, che fu ucciso mentre cercava di fuggire.

La morte del sacerdote portò i sudditi a congiurare contro il barone. Un giorno, due giovani senza denaro per riscattare la sposa si presentarono al castello. La donna, costretta a passare la notte con il barone, lo uccise con un colpo di stiletto. Prima di morire, il barone maledisse la stirpe dell’assassina e lasciò una mano insanguinata sul capezzale del letto. La leggenda narra che la “mano di sangue” riappariva continuamente nonostante i tentativi di cancellarla, fino a quando, nel 1940, parte del castello crollò portando via anche la camera dell’omicidio.

Ovviamente si tratta di leggende che non trovano riferimento storici o documenti.

Cosa fare con i bambini a Roccascalegna

  1. Visita Guidata al Castello: Molti tour sono pensati per coinvolgere i bambini, con storie e leggende che catturano la loro immaginazione.
  2. Laboratori Didattici: Durante l’estate, vengono organizzati laboratori per bambini dove possono imparare arti e mestieri medievali.
  3. Picnic all’Aperto: Numerosi spazi verdi permettono alle famiglie di rilassarsi e giocare all’aria aperta.

Mappa di Roccascalegna

Cosa mangiare a Roccascalegna

La cucina locale è un tripudio di sapori autentici. Tra i piatti da provare ci sono:

  1. Arrosticini: Spiedini di carne di pecora, tipici della tradizione abruzzese.
  2. Sagne e fagioli: Una pasta fatta in casa servita con fagioli, un piatto semplice ma delizioso.
  3. Formaggi e Salumi Locali: Prodotti freschi e genuini, ideali per un picnic.
  4. Dolci Tradizionali: Come il “parrozzo” e i “cacionetti”, dolci ripieni che piaceranno ai più piccoli.

Roccascalegna è il luogo perfetto per una vacanza in famiglia, dove storia, natura e divertimento si fondono per creare un’esperienza indimenticabile.