Top
Campania

Il borgo nato sulle ville romane distrutte dal Vesuvio: una meraviglia da visitare

Atrani, borgo meraviglioso della Costiera Amalfitana. nasce tra il mare cristallino e le imponenti montagne, offre un’esperienza unica per chi desidera scoprire le autentiche meraviglie italiane, lontano dalle rotte turistiche più battute. Con la sua atmosfera intima, le strade strette e i paesaggi mozzafiato,

Storia del borgo di Atrani

La storia di Atrani è segnata da mistero e antiche radici che risalgono al I secolo d.C., quando ville romane vennero sepolte dai detriti del Vesuvio. Divenuta rifugio per i romani durante le invasioni barbariche, Atrani si menziona per la prima volta in documenti storici nel 596 d.C., in una lettera di papa Gregorio Magno.

Medioevo ad Atrani

Durante il Medioevo, Atrani guadagnò rilevanza all’interno del Ducato di Amalfi, ospitando famiglie aristocratiche e assumendo un ruolo chiave nell’economia e nella politica del ducato. I suoi cittadini, al pari di quelli di Amalfi, avevano il privilegio di influenzare le decisioni politiche, inclusa l’elezione dei duchi, che ricevevano il simbolico “Birecto” nella cappella di San Salvatore de Birecto di Atrani.

Il borgo si distingueva per le sue fortificazioni e per l’attività economica fiorente, basata su pastifici e tessiture di pregio. Questa prosperità si estendeva anche oltre i confini del Ducato, influenzando aree come Paestum e Vietri sul Mare.

Atrani vittima di conflitti e calamità naturali

Tuttavia, la storia di Atrani fu turbata da conflitti e calamità naturali. Il XII secolo vide il borgo coinvolto nella lotta tra papato e impero, con conseguenze durature sulla comunità. Il maremoto del 1343, descritto da Petrarca, insieme alla Grande Peste del 1643 e agli eventi legati a Masaniello, segnò profondamente il borgo e la sua gente.

L’arrivo di Giuseppe Bonaparte e l’opera di Gioacchino Murat nel XIX secolo per migliorare le vie di comunicazione hanno inaugurato un’era di rinnovamento per Atrani. Oggi, la località è celebre per la sua bellezza naturale e il suo patrimonio storico, simboli di una resilienza che ha trasformato le avversità in opportunità di rinascita.

Cosa visitare a Atrani

  • La Chiesa di San Salvatore de’ Birecto: luogo di incoronazione dei duchi di Amalfi, questa chiesa è un esempio splendido di architettura medievale.
  • La Chiesa di Santa Maria Maddalena: riconoscibile per la sua cupola maiolicata, offre una vista panoramica indimenticabile.
  • La spiaggia di Atrani: una delle più suggestive della Costiera, offre un ambiente accogliente e tranquillo rispetto alle più affollate località vicine.
  • Piazza Umberto I: il cuore pulsante del borgo, dove si può vivere l’autenticità della vita quotidiana tra caffè e botteghe artigianali.

Cosa vedere nei dintorni di Atrani

  • Amalfi: a soli 10 minuti a piedi, famosa per il suo Duomo di Sant’Andrea e l’affascinante storia marittima.
  • Le Grotte di Castel di Sasso: per gli amanti dell’avventura, queste grotte offrono percorsi speleologici tra stalattiti e stalagmiti.
  • Ravello: conosciuta per le sue ville Rufolo e Cimbrone, e per il Ravello Festival, che attira amanti della musica da tutto il mondo.
  • Il Sentiero degli Dei: per gli appassionati di escursioni, un percorso che offre viste spettacolari della Costiera.

Mappa di Atrani

Come arrivare a Atrani in auto da Napoli

Da Napoli, prendere l’autostrada A3 verso Salerno e uscire a Vietri sul Mare. Seguire la strada statale SS163 Costiera Amalfitana per circa 20 km. Atrani si trova immediatamente dopo Amalfi, e il viaggio offre panorami mozzafiato lungo uno dei tratti costieri più belli d’Italia.

Curiosità su Atrani

Nonostante sia uno dei borghi più piccoli d’Italia, Atrani ha una storia ricca e affascinante. È stato il set di numerosi film e spot pubblicitari, grazie alla sua autentica bellezza e all’atmosfera magica che si respira passeggiando tra le sue vie. Inoltre, è l’unico luogo della Costiera Amalfitana dove è possibile vivere la vita di paese, immersi nella tranquillità e nella genuinità, a pochi passi dalle più famose attrazioni turistiche.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.