Top
Slovenia

In questo borgo vicino Milano nacqua una delle prima stamperie d’Europa

Soncino è un piccolo gioiello nel cuore della Lombardia, noto per la sua atmosfera medievale perfettamente conservata. Questo borgo affascinante, circondato da campagne rigogliose, offre un tuffo nella storia e nella cultura italiana, attirando visitatori da ogni angolo del paese e non solo, un borgo che può vantare una delle prime stamperie d’Europa.

Storia del borgo di Soncino

Soncino, borgo lombardo, vanta origini che risalgono al periodo neolitico, evidenziate da ritrovamenti archeologici come utensili in selce e un tesoretto in bronzo. Quest’area, un tempo paludosa e attraversata dal lago Gerundo, offriva una posizione strategica e protetta.

L’arrivo dei Celti

Con l’arrivo dei Celti tra il V e il III secolo a.C., Soncino divenne una zona di confine, inizialmente tra Celti ed Etruschi, poi tra le tribù celtiche degli Insubri e dei Cenomani. L’era romana vide lo sviluppo del territorio con la costruzione di ville e fornaci, indicando un’abitazione stabile grazie alla sua posizione al di sopra delle acque del lago Gerundo.

Medioevo: ecco il borgo franco

Il Medioevo segna un’epoca importante per Soncino con l’istituzione a “borgo franco” nel 1118, segnando un’espansione significativa. Questo periodo vide anche la militarizzazione del borgo e la costruzione della rocca e delle mura cittadine, testimoniando la sua ricchezza e importanza.

Gli Sforza a Soncino e poi il declino

L’epoca degli Sforza consolidò ulteriormente Soncino come una fortezza chiave, con una notevole attività editoriale avviata dalla famiglia di stampatori ebrei, che nel 1488 produsse la prima Bibbia in ebraico. Tuttavia, con il controllo spagnolo nel 1536 iniziò il declino di Soncino, culminato con la perdita di autonomia a seguito delle azioni di Napoleone e degli austriaci nel XVIII e XIX secolo.

Cosa visitare a Soncino

  • Rocca Sforzesca: una maestosa fortezza del XV secolo, simbolo del borgo.
  • Museo della Stampa: ospitato all’interno di una storica stamperia, racconta la storia della stampa a Soncino.
  • Chiesa di Santa Maria Assunta: un esempio di architettura gotica, con affreschi rinascimentali.
  • Pieve di San Giacomo: uno dei più antichi edifici religiosi di Soncino, con pregevoli opere d’arte.
  • Mulino sul fiume Oglio: antico mulino ad acqua, ancora funzionante e aperto alle visite.

Cosa vedere nei dintorni di Soncino

  • Cremona: famosa per la produzione di violini e il suo splendido duomo.
  • Lago d’Iseo: per gli amanti della natura, offre paesaggi incantevoli e possibilità di escursioni.
  • Brescia: con il suo ricco patrimonio artistico e storico, tra cui il monastero di San Salvatore-Santa Giulia.
  • Parco dell’Oglio Nord: ideale per passeggiate a piedi o in bicicletta lungo il fiume.

Curiosità su Soncino

Soncino è famoso per essere stato uno dei primi centri in Italia dove si è sviluppata l’arte tipografica, grazie alla famiglia ebraica dei Soncino (in ebraico: משפחת שונצינו) che, nel XV secolo, vi impiantò una delle prime stamperie d’Europa. Ancora oggi, il borgo celebra questa eredità culturale con eventi e mostre dedicate al mondo della stampa.

Mappa di Soncino

Come arrivare a Soncino in Auto da Milano

Per raggiungere Soncino da Milano, prendere l’autostrada A4 in direzione di Brescia e uscire a Treviglio. Seguire le indicazioni per Crema e poi per Soncino. Il viaggio in auto dura circa un’ora, rendendo Soncino una destinazione perfetta per una gita fuori porta.

 

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.