La Toscana è terra di incommensurabile bellezza, ricca di borghi meno noti che custodiscono storie e leggende da scoprire. Marzo, con il suo tepore primaverile, è il momento ideale per avventurarsi in questi angoli di mondo sospesi nel tempo, dove il fascino del passato incontra la magia delle narrazioni popolari.

6 borghi avvolti nelle leggende in Toscana

Lucignano: il Labirinto dell’Amore

Lucignano, con la sua forma ellittica unica, è teatro di una romantica leggenda: si dice che coppie che passeggiando mano nella mano nel labirinto delle sue vie senza mai perdere il contatto, saranno legate per sempre in un amore indissolubile. Questo borgo medievale, con i suoi vicoli intricati, è un invito a scoprire l’amore eterno.

Monteriggioni: gli Echi della Via Francigena

Questo piccolo borgo fortificato, poco discusso nelle guide turistiche convenzionali, è un gioiello incastonato sulle colline senesi. La sua storia è legata alla Via Francigena, strada percorsa dai pellegrini diretti a Roma. Le leggende narrano di apparizioni e segreti custoditi dalle sue imponenti mura che, ancora oggi, sembrano sorvegliare storie di viandanti e cavalieri.

Montemerano: incantesimi e Storie d’Amore

Nel cuore della Maremma, Montemerano è un borgo di rara bellezza, dove si dice che antichi incantesimi d’amore siano ancora vivi tra le sue pietre. La leggenda vuole che la fonte del borgo abbia proprietà magiche, capaci di garantire amore eterno a chi beve delle sue acque insieme al proprio amato.

Rocca San Silvestro: le Miniere Perdute

Non lontano dalla costa livornese, le rovine di Rocca San Silvestro narrano la vita degli antichi minatori che estrassero metalli preziosi dalle sue terre. Si racconta che, nelle notti senza luna, si possano udire i colpi dei loro picconi, echi di una vita di fatiche e speranze. Una visita qui è un tuffo nel passato industriale della Toscana, avvolto nel mistero.

Suvereto: il borgo del vento e delle streghe

Suvereto, un antico borgo medievale circondato da mura, è noto per le sue leggende legate alle streghe e ai loro sortilegi, soprattutto durante il solstizio d’estate. Il vento che soffia forte tra le vie del borgo sembra portare con sé sussurri di antiche magie e racconti di poteri dimenticati.

Coreglia Antelminelli: gli spiriti degli spazzacamini

Nel cuore della Garfagnana, Coreglia Antelminelli è famoso per il suo Museo degli Spazzacamini, un tributo a questa antica professione. La leggenda narra che gli spiriti degli spazzacamini, protettori dei focolari e delle case, vaghino ancora tra le vie del borgo, custodendo i segreti delle famiglie che un tempo servirono.

Perché visitare questi borghi a marzo

Questi borghi toscani, meno noti ma non per questo meno affascinanti, offrono un’esperienza di viaggio unica, lontana dalle rotte turistiche convenzionali. Marzo, con la sua luce nuova e il risveglio della natura, è il periodo perfetto per esplorarli, lasciandosi avvolgere dalle loro storie e dalle leggende che li animano, per un viaggio indimenticabile nel cuore più autentico della Toscana.