Immerso nel cuore della Toscana, il borgo di Gargonza rappresenta una destinazione ideale per le famiglie con bambini in cerca di una vacanza rilassante e ricca di scoperte.

Questo villaggio medievale offre un’atmosfera incantevole, con le sue strette vie, le antiche torri e le case , il tutto circondato da colline verdeggianti e oliveti. Il borgo di oggi  non è solo un luogo dove respirare la storia, ma anche un punto di partenza perfetto per esplorare la bellezza naturale e culturale della Toscana.
Scopriamone insieme la storia e cosa fare durante la visita al Borgo

Storia del borgo di Gargonza

La storia di Gargonza risale all’epoca medievale, con le prime testimonianze documentate che risalgono al XII secolo. Il borgo ha mantenuto intatta la sua struttura originaria, offrendo una finestra autentica sulla vita del passato. Nel corso dei secoli, Gargonza ha visto passare nobili famiglie, conti e mercanti, che hanno contribuito a modellare la sua architettura e la sua cultura.

Durante il Medioevo, il castello di Gargonza era un’importante roccaforte strategica e ha avuto un ruolo significativo nelle lotte tra Siena e Firenze. Oggi, il borgo è stato sapientemente restaurato, preservando il suo fascino antico e trasformandolo in un rifugio di pace e bellezza.

Cosa visitare a Gargonza

Una visita a Gargonza non può prescindere dal suo maestoso castello, che domina il borgo e offre una vista panoramica mozzafiato sulla campagna toscana. Le famiglie con bambini ameranno esplorare le antiche torri e i camminamenti, immaginando le storie di cavalieri e dame che un tempo abitavano queste mura.

Nel centro del borgo, la Chiesa di San Giovanni Battista è un altro punto di interesse da non perdere. Questa chiesa, con la sua semplice ma elegante architettura romanica, ospita Gargonza d’arte sacra che raccontano la devozione e la storia religiosa del luogo.

Cosa vedere vicino a Gargonza

La posizione strategica di Gargonza permette di raggiungere facilmente alcune delle più affascinanti destinazioni della Toscana. A pochi chilometri di distanza, si trovano le città di Siena e Arezzo, entrambe ricche di storia, cultura e monumenti iconici come Piazza del Campo e la Cattedrale di Siena, oppure il Duomo e la Piazza Grande di Arezzo.

Per le famiglie amanti della natura, il Parco delle Foreste Casentinesi offre una vasta area protetta dove poter fare escursioni, pic-nic e osservare la fauna locale. Inoltre, il vicino Chianti è famoso per i suoi vigneti e le sue cantine, dove i genitori possono degustare vini pregiati mentre i bambini giocano nei giardini.

Curiosità su Gargonza

Una delle curiosità più affascinanti su Gargonza riguarda il suo passato di rifugio per personaggi storici di rilievo. Durante il suo esilio da Firenze, Dante Alighieri si fermò a Gargonza, trovando ispirazione per alcuni dei suoi versi più celebri.
Inoltre, la struttura del borgo è rimasta pressoché invariata nei secoli, con le case in pietra che mantengono ancora gli antichi segni di proprietà e gli stemmi delle famiglie nobili.

Mappa del Borgo

Cosa mangiare a Gargonza

La cucina di Gargonza riflette le tradizioni culinarie della Toscana, con piatti genuini e saporiti che delizieranno tutta la famiglia. Tra le specialità locali, il ribollita è una zuppa rustica a base di pane, cavolo nero e fagioli, perfetta per riscaldarsi nelle giornate più fresche. Non possono mancare i pici, una pasta fatta a mano condita con sughi semplici e gustosi, come quello all’aglione.

Per i secondi, la bistecca alla fiorentina è un must per gli amanti della carne, mentre i più piccoli potranno gustare i crostini con fegatini o una porzione di cinghiale in umido. E per finire in dolcezza, il cantuccio con vin santo è l’ideale per concludere il pasto.