Atri, un borgo incantevole situato nel cuore dell’Abruzzo, è una destinazione ideale per le famiglie con bambini in cerca di un’avventura tra storia, tradizione e panorami mozzafiato.

Questo gioiello, a due passi dalla costa Adriatica, offre un’esperienza unica che combina antiche leggende con bellezze naturali spettacolari.

La storia di Atri

Atri, situata nel comprensorio delle Terre del Cerrano, nella provincia di Teramo, ha radici che risalgono al periodo preistorico. Dominata dai Romani, divenne un importante centro commerciale e diede i natali alla famiglia dell’imperatore Adriano. Durante il Medioevo, fu capitale del ducato sotto la famiglia Acquaviva, e successivamente parte del Regno di Napoli prima di entrare nel Regno d’Italia.

Cosa fare e cosa vedere ad Atri

  • Basilica Concattedrale di Santa Maria Assunta: Una delle cattedrali più imponenti dell’Abruzzo, nota per i suoi affreschi e la sua architettura gotica.
  • Chiesa di Santa Reparata: Una chiesa storica con affreschi medievali e una facciata affascinante.
  • Chiesa di San Francesco: Uno dei più antichi conventi francescani della regione.
  • Palazzo Ducale: Residenza storica dei Duchi di Acquaviva, con interni ricchi di storia.
  • Palazzo di Valforte e Palazzo Vecchioni: Palazzi nobiliari che raccontano la storia del borgo.
  • Teatro comunale: Un teatro storico che ospita eventi culturali e spettacoli.
  • Antiche mura di Cinta: Le mura medievali che circondano la città, perfette per una passeggiata panoramica.
  • Riserva Naturale dei Calanchi di Atri: Una riserva naturale con percorsi escursionistici che offrono vedute spettacolari delle formazioni rocciose uniche.

Come arrivare ad Atri

Atri è facilmente raggiungibile in auto percorrendo l’autostrada A14 fino all’uscita Atri-Pineto. Da Pescara, l’uscita Pineto è la soluzione migliore.
Da Roma, si percorrono l’A24 e l’A25 in direzione Chieti/Pescara fino alla A14, uscita Pineto. La stazione ferroviaria più vicina è Pineto-Atri, a 10 km dal centro, e sono disponibili collegamenti bus dalle principali località vicine.

Mappa di Atri

Curiosità su Atri

Città dell’Imperatore Adriano
Atri è ritenuta il luogo di origine della famiglia dell’imperatore romano Adriano, uno degli imperatori più noti della storia romana. Questo legame storico ha dato al borgo un’importanza particolare nel contesto della storia antica.

Calanchi di Atri
 Le formazioni rocciose conosciute come calanchi sono uniche e affascinanti. Questi calanchi sono protetti dalla Riserva Naturale dei Calanchi di Atri, che offre percorsi escursionistici e vedute panoramiche mozzafiato.

Sfilata delle “Crocette”
Una tradizione religiosa che si tiene durante la Settimana Santa, dove le bambine sfilano in processione portando delle piccole croci decorate con fiori, simbolo di purezza e devozione.

Piatti tipici di Atri

Atri offre una ricca tradizione culinaria con piatti tipici che delizieranno tutta la famiglia:

  • Arrosticini: Spiedini di carne di pecora, tipici della cucina abruzzese.
  • Chitarra con Pallottine: Pasta alla chitarra con piccole polpette di carne in sugo di pomodoro.
  • Scrippelle ‘mbusse: Crespelle servite in brodo di gallina.
  • Formaggio Pecorino di Atri: Un formaggio stagionato dal sapore intenso.
  • Parrozzo: Un dolce tradizionale a base di mandorle e cioccolato.

Atri è una destinazione perfetta per le famiglie che desiderano immergersi nella storia e nelle tradizioni, godendo al contempo di panorami mozzafiato e piatti deliziosi. Ogni angolo del borgo racconta una storia, e ogni visita è un’opportunità per creare ricordi indimenticabili.