Top
Marche

Porto Potenza Picena con bambini, la guida: cosa vedere, quando andare e consigli

Il comune di Porto Potenza Picena si trova nelle Marche, in provincia di Macerata e più precisamente a metà strada fra le note località di Civitanova Marche e Porto Recanati. Si tratta di una bellissima località con un’ampia spiaggia in grado di accogliere facilmente le famiglie che viaggiano con i bambini e che cercano una vacanza di relax ma anche con tanti luoghi di cultura e storia.

Il mare di Porto Potenza Picena presenta un piccolo borgo molto affascinante, dove trascorrere le serate quando non siete in spiaggia. Si trova in provincia di Macerata, ed è una meta molto amata da chi ama gli sport acquatici. Anche per le famiglie però offre tantissimi servizi di qualità. Ecco qualche spunto per le vostre vacanze.

Porto Potenza Picena: come raggiungere la spiaggia

La stazione ferroviaria dove potete scendere se volete venire in treno, è quella di Potenza Picena-Montelupone. da qui per arrivare alla frazione marittima di Porto Potenza Picena basta camminare 10 minuti o prendere il bus che vi porta in spiaggia in tre minuti e passa ogni 40 minuti. Dalle vicine Porto Recanati e Civitanova Marche dista rispettivamente 15 minuti dall’una e dall’altra in auto (si trova infatti proprio a metà strada).

Porto Potenza Picena: caratteristiche e servizi della spiaggia

La spiaggia di Porto Potenza Picena è lunga circa 2 km ed è in sabbia dorata, tranne in alcune tratti dov’è mista a ghiaia. Il mare è molto pulito e piuttosto limpido.

Il fondale è molto basso. Questa spiaggia ha ottenuto ben tre titoli molto importanti: Bandiera Blu, le Tre Vele di Legambiente e la Bandiera Verde.

Questo è indice della qualità ambientale e dei servizi che offre. La spiaggia è accessibile anche a persone con disabilità motoria. Sono presenti stabilimenti balneari che offrono servizi di lettini e ombrelloni, docce, bar e giochi per i bambini. Insomma l’ideale per le famiglie!

Cosa vedere a Porto Potenza Picena

Il Pincio (Belvedere Donatori del Sangue)

Questo luogo ha diversi nomi per gli abitanti di Porto Potenza: il Pincio, Belvedere Donatori del Sangue ma anche Giardino dei Tigli. L’unica cosa su cui tutti sono d’accordo è che da qui il panorama è davvero unico e bellissimo, forse uno dei più belli delle Marche

I differenti nomi derivano da epoche diverse: Il Pincio è il nome più recente (dal 1996), il Giardino dei Tigli fa riferimento all’evento accaduto nel 1901 quando furono piantati 50 tigli lungo il viaolone mentre ol terzo è il nome che è stato dato a questo luogo per “elevarlo”, richiamando ovviamente Il Pincio di Roma: la somiglianza, se pur presente, è molto parziale ma la vista è davvero incantevole.

Santuario di Loreto

A soli 15 minuti di auto da Porto Potenza da vedere assolutamente il santuario di Loreto: un luogo magnifico dove poter ammirare, secondo la tradizione, la Santa Casa della Vergine Maria, definito da Giovanni Paolo II il “vero cuore mariano della cristianità”.

Migliaia di pellegrini da tutto il mondo visitano il santuario: oltre 200 sani, beati e tantissimi Papi hanno fatto visita a questo luogo che conserverebbe la casa di Nazareth in cui Maria nacque , trasportata nel 1294 a Loreto

Giardini di Villa dei conti Buonaccorsi

Una delle cose più belle che potrete vedere a Porto Potenza è sicuramente la Villa dei conti Buonaccorsi o, per essere più precisi, i suoi giardini.
A pochi minuti dal centro storico della città, potrete visitare i magnifici della residenza di campagna della famiglia Buonaccorsi, nobili signori del tempo.

Il suo Parco Giardino, famoso in tutto il mondo, è conosciuto per essere l’unico giardino all’Italiana conservato in modo quasi perfetto

Suddiviso in cinque terrazze, oltre a due livelli intermedi, può essere visitato percorrendo l’ampia scala centrale: durante la vostra visita potrete ammirare siepi, vialetti, aiuole curate in ogni minimo dettaglio con fiori di tantissimi colori diversi tra loro

  • Primo terrazzamento: Giardino segreto e Grotta dei frati
  • Secondo terrazzamento: aiuole con statue di Arlecchino e Pulcinella
  • Terzo terrazzamento: statua della dea Flora all’interno in una nicchia.
  • Quarto terrazzamento: altre aiuole
  • Quinto terrazzamento: una serie di sempreverdi realizzano una sorta di “quinte” che regalano privacy. Oltre le quinte potremo trovare un bosco divenuto nel corso tempo un giardino all’inglese con annesso un piccolo laghetto

Vi consigliamo di ammirare non solo statue e aiuole, ma anche le bellissime statue mitologiche, oltre alla fontane e grtte

Borgo di Potenza Picena

Il Borgo di Potenza Picena è davvero molto carino: un borgo di mare dove poter ammirare una storia secoldare importante e ancora presente.
Da non perdere a Torre d’avvistamento di Sant’Anna del XV secolo mentre, come manifestazione da vivere, consigliamo la rievocazione della pesca con la “sciàpeca” che si svolge nel mese di Agosto.
Durante l’evento, in costume d’epoca, i protagonisti ricordano un antico metodo di pesca ormai abbandonato ma usato per lunghissimo tempo e molto importante per la regione

Altre cose da vedere a Porto Potenza Picena

Da vedere, inoltre anche La Collegiata (un’antica chiesa del XVI secolo), la Porta Galiziano, il Convento di S. Antonio (dove è possibile ammirare una stupenda Crocifissione dipinta nel XVI secolo da Palma il Giovane) e la Chiesa dei Cappuccini.

Quando andare a Porto Potenza Picena

Il periodo migliore per vedere questo antico borgo di mare è sicuramente quello che va da fine maggio a fine settembre: il suo clima mediterraneo offre estati cale e secche e inverni con temperatura mai troppo basse.

Agosto è periodo caldo non solo come temperature ma anche come turismo, questo invitiamo ad evitare questo mese: il mese perfetto potrebbe essere giugno, un buon mix tra calma turistica ma temperature piacevoli per passeggiare e visitare Porto Potenza.

 

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.