La Sardegna è una regione che riserva moltissimi luoghi meravigliosi, uno di questi è sicuramente Poseda. Un piccolo borgo medievale che ha spiagge meravigliose, scopriamo insieme cosa visitare e quali sono le spiagge più belle.

Posada è un affascinante borgo medievale situato nella parte nord-orientale della Sardegna, nella provincia di Nuoro.
Questa località è considerata una delle mete più belle e affascinanti dell’isola, grazie al suo mare cristallino con fondali bassi, alle spiagge di sabbia bianca e al suggestivo paesaggio circostante.

Posada, perché visitarla?

Posada vanta una posizione privilegiata, essendo situata su una collina che si affaccia direttamente sul mare. Il Castello della Fava, che domina il panorama locale, è una testimonianza storica di grande rilievo. Nonostante oggi siano rimaste solo la torre e alcune rovine delle mura, è possibile salire sulla torre più alta del castello tramite una scala di legno e godere di una vista panoramica mozzafiato.

Posada: le spiagge più belle

Posada è stata insignita del premio Cinque Vele 2023, che riconosce le località balneari più pregiate. Tra le spiagge più belle di Posada, vi sono alcune gemme da visitare assolutamente.

Su Tiriarzu

La spiaggia di Su Tiriarzu, raggiungibile facilmente dal centro di Posada, offre un incantevole mare cristallino e una vegetazione rigogliosa. Per raggiungerla, basta seguire le indicazioni stradali fino al ponte di legno e poi proseguire a piedi.

Orvile

La spiaggia di Orvile, caratterizzata da una sabbia chiara e soffice e da acque cristalline, è sempre poco affollata. Intorno alla spiaggia si estendono dune e una fresca pineta verde.

Iscraios

(Fonte foto tripadvisor.it)

Iscraios, il cui nome significa “palude“, è una spiaggia di dimensioni ridotte ma amata dagli amanti dello snorkeling e delle immersioni grazie al suo fondale sabbioso basso.
Alle spalle della spiaggia si trova lo stagno Longo, habitat di diverse specie di uccelli, tra cui i meravigliosi fenicotteri rosa.

San Giovanni

La spiaggia di San Giovanni si affaccia sul Golfo di Posada e vanta un lungo tratto di sabbia chiara e sottile. È l’ideale per coloro che cercano tranquillità e preferiscono luoghi poco affollati.

La Caletta

Non lontano da Posada si trova la spiaggia di La Caletta, situata nei pressi di Siniscola. Questa spiaggia presenta una sabbia chiara e soffice, un mare limpido e un fondale basso. È circondata da una rigogliosa pineta ed è spesso ventilata, rendendola perfetta per gli sport acquatici come il kitesurf e il windsurf.

Posada è un vero gioiello della Sardegna, con le sue spiagge incantevoli e il suggestivo borgo medievale. Una destinazione da non perdere per gli amanti del mare e della storia.

Cosa Mangiare a Posada

Oltre a offrire meraviglie naturali e storiche, vanta una tradizione culinaria ricca e variegata. Ecco alcuni dei piatti tipici da provare assolutamente durante una visita a Posada:

1. Culurgiones

Questi ravioli tradizionali sardi sono ripieni di patate, pecorino, aglio e menta. Vengono serviti con una semplice salsa di pomodoro e basilico, esaltando i sapori autentici della regione.

2. Porcheddu

Il maialino da latte arrosto è uno dei piatti più emblematici della Sardegna. Cucinate lentamente su una brace di legna aromatica, le carni diventano tenere e succulente, con una pelle croccante e saporita.

3. Seadas

Un dolce tradizionale costituito da un fagottino di pasta ripieno di formaggio fresco e scorza di limone, fritto e poi cosparso di miele. Questo dessert offre un perfetto equilibrio tra dolce e salato.

4. Malloreddus

Conosciuti anche come gnocchetti sardi, i malloreddus sono piccoli gnocchi di semola, spesso serviti con una salsa a base di pomodoro, salsiccia e pecorino. È un piatto che rappresenta la semplicità e la bontà della cucina sarda.

5. Fregula

Questa pasta tipica è simile al couscous, fatta di semola e acqua, arrostita e servita spesso con frutti di mare o in zuppe di pesce. La fregula è apprezzata per la sua consistenza e il suo sapore rustico.

6. Pane Carasau

Conosciuto anche come “carta da musica” per la sua sottigliezza e croccantezza, questo pane viene spesso servito come antipasto, accompagnato da olio d’oliva e pecorino, o utilizzato come base per piatti più elaborati.

Curiosità su Posada

Posada è un borgo affascinante non solo per la sua cucina, ma anche per la sua storia e le sue tradizioni. Ecco alcune curiosità che lo rendono un luogo unico:

1. Torre di San Giovanni

Questa torre medievale, che domina il borgo, fu costruita dai Pisani nel XII secolo. Dalla cima della torre, si può godere di una vista panoramica mozzafiato sulla valle del fiume Posada e sulla costa.

2. Parco Naturale di Tepilora

Posada è situata ai margini del Parco Naturale di Tepilora, un’area protetta di grande bellezza naturale che offre numerosi sentieri per escursioni, birdwatching e attività all’aria aperta.

3. Fiume Posada

Il fiume che attraversa la città non solo dà il nome al borgo, ma è anche una risorsa vitale per l’ecosistema locale. Il fiume Posada è uno dei pochi fiumi in Sardegna con un flusso d’acqua perenne e ospita una ricca varietà di flora e fauna.

4. Spiagge Incontaminate

Le spiagge di Posada, come Su Tiriarzu e San Giovanni, sono famose per le loro acque cristalline e la sabbia bianca. Queste spiagge sono state spesso premiate con la Bandiera Blu per la loro pulizia e la qualità dei servizi.

5. Storia Antica

Posada ha origini molto antiche, risalenti ai tempi dei Nuraghi, le tipiche costruzioni megalitiche della Sardegna. Il territorio intorno a Posada è ricco di reperti archeologici che testimoniano una lunga storia di insediamenti umani.

6. Eventi e Tradizioni

Il borgo è noto per le sue festività tradizionali, tra cui la Festa di San Giovanni, patrono di Posada, che si celebra con processioni religiose, spettacoli folkloristici e fuochi d’artificio.