Top
Friuli Venezia Giulia

Trieste con bambini, la guida: cosa fare, cosa mangiare e foto

Trieste, splendida città e capoluogo della regione Friuli Venezia Giulia, è da sempre punto di incontro con la cultura mitteleuropea. Città che ha dato i natali a tanti artisti e grandi pensatori, oggi Trieste è anche un’ottima meta per un bel viaggio con tutta la famiglia e assolutamente a misura di bambino.

Immaginario scientifico di Trieste

Iniziamo il tour di Trieste con un salto all’Immaginario scientifico di Trieste. Un posto che non è solo un centro per gli appassionati della scienza, ma che è ideale anche per i bambini di ogni età. Il museo è nato tanti anni fa da una mostra dedicata a l’Imaginaire Scientifique e creata dal fisico Paolo Budinich a Trieste.

L’esposizione è stata spostata per tutta l’Europa da Parigi a Milano, e oggi è tornata definitivamente in Friuli Venezia Giulia per dar vita al primo museo scientifico interattivo d’Italia. Il Museo si rifà all’Exploratorium di San Francisco, che per primo ha pensato diversamente al modello del museo scientifico.

Ha aperto ad ottobre 2020 la nuova sede, situata nel Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste datato 1894 e da poco ristrutturato, dove si trovano spazi museali multimediali coinvolgenti, con tantissime postazioni interattive chiamate exhibit hands-on e che hanno una grande novità che i piccoli ameranno: gli oggetti si possono toccare!

Prezzo del biglietto

  • Intero 10 euro
  • Ridotto 8 euro
  • Gratuito per i bambini fino ai 6 anni

Civico Aquario marino

Da non perdere anche il Civico Aquario marino, la cui storica struttura fu inaugurata nel 1933 e si trova su Riva Nazario Sauro. Al piano terra c’è la riproduzione dell’habitat marino dell’alto Adriatico mentre il Vivarium al primo piano ospita varie specie di anfibi e rettili autoctone del Friuli Venezia Giulia.

Trieste con bambini: tutte le attività

Castello di Miramare

Non può mancare una visita al Castello di Miramare che fu la dimora fatta costruire dall’arciduca Massimiliano d’Asburgo e dalla moglie Carlotta del Belgio che ne presero possesso alla vigilia del Natale del 1860 e che con la sua maestosità farà sognare grandi e piccini.

Grotta Gigante

Bellissima anche la Grotta Gigante, poco lontana dal centro città, e che fu rinvenuta solo nel 1840 quando gli speleologi cercavano una nuova fonte idrica per Trieste. Oggi c’è un bellissima percorso turistico per la visita della grotta, che ai giorni nostri attira ogni anno da più di centomila visitatori.

Museo della Bora

Infine un salto anche al Museo della Bora che raccoglie tanti oggetti strani tra cui la bora chiusa in una scatola da aprire solo in caso di bonaccia. Si trova in Via Belpoggio 9.

Cosa mangiare a Trieste

Primi piatti

  • Jota: zuppa di crauti, patate e fagioli e carne (sapore acido, non adatta ai bambini)
  • Gnocchi di pane: grosse palle fatte con pane con latte, spezie, spek o prosciutto (ottime per bambini

Secondi Piatti

  • Gulasch: uno spezzatino di sugo con paprika con patate stufate (se con poca paprika perfetto per i bambini)
  • Ćevapčići: carne che potrete trovare anche in Croazia, salsicce speziate con salsa (buone anche per bambini)

Quando visitare Trieste

Trieste è una bellissima città che merita di essere visitata ma è indispensabile valutare il periodo migliore per farlo: evitando sapientemente i mesi di luglio, agosto, dicembre, gennaio e febbraio (visto il freddo e il famoso vento di Trieste), tutti gli altri mesi sono ottimi.

Foto Trieste

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.

post a comment