Top
Veneto

Un borgo fortificato in Veneto fatto solo da uomini liberi ma conquistato dalla repubblica Venezia

Castelfranco Veneto, situato nel cuore del Veneto, è un borgo ricco di storia e cultura. Famoso per le sue mura medievali perfettamente conservate, questo borgo offre un’immersione nella storia, nell’arte e nella tradizione veneta, rendendolo una meta imperdibile per chi visita la regione.

Storia del borgo di Castelfranco Veneto

Castelfranco Veneto nacque come presidio strategico tra il 1195 e il 1199 per iniziativa del Comune di Treviso, desideroso di tutelare i propri confini dalle rivali Padova e Vicenza. Il sito scelto per la sua fondazione, un terrapieno naturale adiacente al fiume Muson, era cruciale per il controllo delle vie di comunicazione e si trovava in una posizione vantaggiosa tra diversi fortilizi e luoghi di potere dell’epoca.

La nascita del castello di Castelfranco

Sotto la guida del conte Schenella di Collalto, il castello di Castelfranco venne eretto impiegando una forza lavoro imponente, divenendo presto completo di mura fortificate e fossati alimentati dalle acque circostanti.
La sua nascita fu segnata dall’insediamento di cento famiglie di uomini liberi, esentate da imposte e gravami, dando vita a una comunità non militare ma di liberi cittadini, da cui derivò il nome Castelfranco, ovvero un castello “libero” dalle tasse.

Castelfranco tra assedi e dominio veneziano

Nel corso dei secoli, Castelfranco affrontò diversi assedi e cambi di dominazione, testimoniando la turbolenta storia della regione. Inizialmente sotto il controllo del Comune di Treviso, il borgo vide l’ascesa di figure come Ezzelino III da Romano e, successivamente, la dominazione di importanti casate come quella dei Carraresi e, infine, il passaggio sotto il dominio veneziano nel 1339. Durante la dominazione veneziana, Castelfranco Veneto conobbe un periodo di prosperità economica e culturale, diventando un importante centro commerciale e di villeggiatura per il patriziato veneziano.

La caduta della Repubblica

Con la caduta della Repubblica di Venezia e i successivi passaggi di dominazione tra francesi e austriaci, Castelfranco Veneto entrò a far parte del Regno d’Italia nel 1866, segnando una nuova fase della sua storia. L’evoluzione urbana e culturale continuò nei secoli successivi, con la realizzazione di importanti edifici pubblici e l’affermazione di un clima culturale sostenuto dalle famiglie patrizie locali.

Oggi, Castelfranco Veneto conserva le tracce del suo ricco passato, offrendo ai visitatori la possibilità di immergersi in una storia affascinante che intreccia eventi politici, sviluppo economico e fioritura culturale.

Cosa visitare a Castelfranco Veneto

  • Le Mura e le Porte Medievali: simbolo della città, rappresentano uno dei sistemi difensivi meglio conservati in Italia.
  • Duomo di Castelfranco Veneto: al suo interno ospita l’altare maggiore e una pala di Giorgione, uno dei massimi esponenti della scuola veneta.
  • Casa di Giorgione: museo dedicato al celebre pittore rinascimentale, nativo di Castelfranco.
  • Teatro Accademico: un gioiello dell’architettura neoclassica, sede di eventi culturali e spettacoli.
  • Torre Civica: offre una vista panoramica sulla città e le campagne circostanti.

Cosa vedere nei dintorni di Castelfranco Veneto

  • Villa Emo: capolavoro dell’architettura palladiana situato a Fanzolo di Vedelago.
  • Asolo: uno dei borghi più belli d’Italia, con panorami mozzafiato e ricco di storia.
  • Possagno: famoso per il Tempio Canoviano e il museo dedicato ad Antonio Canova.
  • Bassano del Grappa: noto per il Ponte degli Alpini e le sue distillerie di grappa.
  • Montebelluna: centro importante per la produzione di calzature sportive e tecniche.

Mappa di Castelfranco Veneto

Come arrivare a Castelfranco Veneto in auto da Padova

Da Padova, prendere la SR308 in direzione ovest verso Castelfranco Veneto. Il percorso è diretto e comodo, con una distanza di circa 30-40 km, rendendo il viaggio in auto veloce e piacevole, con un tempo di percorrenza medio di circa 30-45 minuti.

Curiosità su Castelfranco Veneto

Castelfranco Veneto è la città natale di Giorgione, pittore rinascimentale di fama mondiale, e conserva gelosamente opere e ricordi legati alla sua figura. Inoltre, il borgo è noto per la sua cucina tipica veneta, con piatti come il radicchio rosso e la sopressa, che riflettono la ricchezza e la varietà delle tradizioni culinarie locali dalla forte connotazione contadina.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.