Questo borgo nasce nel cuore delle Langhe, una delle regioni vinicole più rinomate d’Italia. Un affascinante paese è famoso per il suo castello medievale e i suoi pregiati vini, in particolare il Barolo.
Qui non solo i grandi potranno trascorrere giornate splendide ma anche i bambini potranno viaggiare nella storia attraverso castelli e vicoli scoprendo un antico e bellissimo borgo.

Circondato da dolci colline ricoperte di vigneti, Serralunga d’Alba offre ai visitatori un tuffo nella storia e nella cultura enogastronomica del Piemonte.

La storia del castello di Serralunga d’Alba

Il Castello di Serralunga d’Alba è una delle più affascinanti e meglio conservate strutture medievali del Piemonte. Edificato tra il 1340 e il 1357 per volere della nobile famiglia dei Falletti, il castello colpisce per la sua slanciata verticalità e la ricchezza architettonica caratterizzata da bifore, merli ghibellini e fasce di archetti pensili.

Costruzione e funzione

Il castello venne concepito come una fortezza militare piuttosto che come una residenza nobiliare. A differenza di altri castelli, non presenta arredi interni poiché non fu mai abitato dalla famiglia Falletti. Invece, ospitava esclusivamente i soldati incaricati di difendere il territorio dagli attacchi degli invasori.
La struttura difensiva comprendeva robuste mura, torri di guardia e un imponente mastio.

Caratteristiche Architettoniche

Uno degli elementi distintivi del castello è la sua configurazione come “Dongione” (dal francese “Donjon”), una torre principale che fungeva da ultimo rifugio e punto di osservazione. Questa caratteristica architettonica lo rende unico nel panorama nazionale.
La presenza di una torre circolare, innovativa per l’epoca, sottolinea ulteriormente l’avanguardia strutturale del maniero.

Gli affreschi del XV secolo

Di particolare interesse sono gli affreschi del XV secolo presenti nel Salone dei Valvassori. Questi dipinti, che rappresentano il martirio di Santa Caterina d’Alessandria, sono gli unici affreschi all’interno del castello e offrono uno scorcio raro dell’arte medievale piemontese. Nonostante i piccoli ritocchi subiti nel corso dei secoli, il castello ha mantenuto intatta la sua struttura originaria.

Il pozzo dell’Oblio

Un’altra caratteristica peculiare del castello è il “pozzo dell’oblio” o “pozzo rasoio”, situato all’interno della torre circolare. Questo era un luogo di condanna, dove venivano gettati i prigionieri destinati alla morte, evidenziando il ruolo del castello come baluardo difensivo e punitivo

Cosa vedere a Serralunga d’Alba

  • Castello di Serralunga d’Alba: una visita al castello è imprescindibile. La fortezza offre una vista panoramica mozzafiato sulle Langhe e un affascinante viaggio attraverso le sue stanze medievali.
  • Chiesa Parrocchiale di San Sebastiano: situata nel centro del paese, questa chiesa del XV secolo presenta un bellissimo altare barocco e affreschi antichi.
  • Centro Storico: passeggiare per le vie del borgo permette di scoprire scorci suggestivi, antiche case in pietra e piccoli negozi artigianali.

Attività e curiosità per bambini

  • Visite Guidate al Castello: le visite guidate spesso includono racconti e attività interattive che catturano l’immaginazione dei più piccoli.
  • Laboratori Didattici: durante l’anno, vengono organizzati laboratori creativi e didattici legati alla storia e alla cultura locale.
  • Passeggiate nei Vigneti: le famiglie possono godere di piacevoli passeggiate nei vigneti circostanti, spesso organizzate con degustazioni di succhi d’uva per i bambini.

Cosa vedere vicino a Serralunga d’Alba

  • Barolo: A pochi chilometri di distanza, il borgo di Barolo è famoso per il suo vino e il Castello Falletti, che ospita il Museo del Vino.
  • La Morra: Conosciuta per la sua vista panoramica sulla regione delle Langhe, La Morra è un altro borgo affascinante da esplorare.
  • Alba: La città di Alba, con il suo ricco patrimonio storico e culturale, offre numerose attrazioni tra cui la Cattedrale di San Lorenzo e la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco.

Cosa mangiare a Serralunga d’Alba

La cucina di Serralunga d’Alba è un tripudio di sapori tradizionali piemontesi.
Ecco alcuni piatti da non perdere:

  • Tajarin: Pasta fresca all’uovo, spesso servita con ragù di carne o tartufo bianco.
  • Brasato al Barolo: Carne di manzo cotta lentamente nel vino Barolo.
  • Bagna Cauda: Una salsa calda a base di aglio, acciughe e olio d’oliva, servita con verdure fresche.
  • Formaggi locali: Come il Castelmagno e il Robiola.
  • Dolci: Torte di nocciole e zabaione al Moscato.

Mappa di Serralunga d’Alba

Come arrivare a Serralunga d’Alba in auto

Da Sud

  • Da Torino: prendere l’autostrada A6 in direzione Savona e uscire a Marene. Seguire le indicazioni per Cherasco, poi per La Morra e infine per Serralunga d’Alba.
  • Da Genova: prendere l’autostrada A26 in direzione Alessandria/Gravellona Toce, poi proseguire sulla A21 verso Torino. Uscire a Asti Est e seguire le indicazioni per Alba, quindi Serralunga d’Alba.

Da Nord

  • Da Milano: prendere l’autostrada A7 in direzione Genova, poi la A21 in direzione Torino. Uscire a Asti Est e seguire le indicazioni per Alba e Serralunga d’Alba.
  • Da Aosta: prendere l’autostrada A5 verso Torino, poi la tangenziale per la A21 in direzione Piacenza. Uscire a Asti Est e seguire le indicazioni per Alba, quindi Serralunga d’Alba.