Top
Sardegna

Un borgo in Sardegna famoso per il granito rosa e i circoli megalitici

Tempio Pausania cuore della Gallura, in Sardegna, è una cittadina che incanta visitatori e abitanti con la sua ricca storia, le sue tradizioni e il suo paesaggio naturale mozzafiato. Questo articolo vi guiderà alla scoperta di Tempio Pausania, dai suoi angoli storici alle bellezze naturali nei dintorni, senza dimenticare alcune curiosità che rendono questo luogo unico.

Storia del forgo di Tempio Pausania

La storia di Tempio Pausania risale al neolitico, testimoniato da circoli megalitici, dolmen e nuraghi, simboli di una civiltà antica e ancora oggi ben conservati.
Il nome “Tempio” trae origine dal latino ‘templum’, riferimento a un antico tempio pagano vicino all’odierna Cattedrale, mentre “Pausania” richiama “Phausania”, un abitato ormai scomparso che fu probabilmente la sede originaria dell’antica Diocesi ecclesiastica.

Tempio Pausania sede vescovile

Già nel 1300, come “Villa Templi”, Tempio Pausania si affermava come centro di guida e riferimento per l’entroterra gallurese. Il suo ruolo centrale nella regione è confermato dalla designazione, nel 1506, come sede vescovile e, successivamente, dal riconoscimento nel 1837 da parte del re Carlo Alberto di Savoia, che elevò Tempio a capoluogo di provincia e le conferì gli onori di città.

Il Novecento segna una svolta per Tempio Pausania con un significativo aumento demografico e una rapida espansione edilizia. Oggi, la città è un attivo centro industriale e artigianale, specializzato nella lavorazione del granito e del sughero e noto per la sua produzione vitivinicola.

Il borgo mantiene inalterato il suo fascino storico, con un centro medievale che ospita la Cattedrale di San Pietro Apostolo, edifici civili di rilievo come la residenza di Nino Visconti, l’ex Mercato, il convento degli Scolopi e il Teatro del Carmine. La stazione ferroviaria liberty e piazza Faber, dedicata a Fabrizio De André, arricchiscono ulteriormente il patrimonio storico e culturale di Tempio Pausania, rendendola una meta di grande interesse in Sardegna.

Cosa vedere a Tempio Pausania

  • Il Duomo di San Pietro: Una splendida cattedrale in stile neoclassico che domina il centro della città.
  • Le Terme di Rinaggiu: Nota per le sue acque sulfuree, è il luogo ideale per momenti di relax e benessere.
  • Il Palazzo Pes: Un imponente edificio storico che ospita il Museo di Gallura, con una ricca collezione di reperti archeologici e etnografici.
  • I Murales: Sparsi per la città, raccontano la storia e le tradizioni di Tempio Pausania attraverso l’arte.
  • La Fonte Nuova: Un parco urbano dove passeggiare immersi nella natura, tra fontane e alberi secolari.

Cosa visitare nei dintorni di Tempio Pausania

  • Il Monte Limbara: Per gli amanti del trekking, offre percorsi naturalistici con viste panoramiche sulla Gallura.
  • L’Olivastra Millenaria di Luras: Uno degli alberi più antichi d’Italia, testimone vivente di secoli di storia.
  • Il Lago di Liscia: Un’oasi di tranquillità, perfetta per pic-nic e attività all’aperto.
  • La Valle della Luna: Un paesaggio lunare, con formazioni rocciose scolpite dal vento, situato vicino a Santa Teresa di Gallura.
  • Agnantia: Un sito archeologico con tombe dei giganti e resti nuragici, testimoni della ricca storia preistorica della regione.

Curiosità su Tempio Pausania

Una delle curiosità più affascinanti di Tempio Pausania è legata al suo patrimonio geologico: la città è nota per il granito rosa, utilizzato in molte delle sue costruzioni, che al tramonto si tinge di sfumature incredibili, creando un’atmosfera magica e unica.

Come arrivare a Tempio Pausania da Olbia in auto

Raggiungere Tempio Pausania da Olbia è semplice e richiede circa 45 minuti di viaggio in auto. Partendo da Olbia, bisogna prendere la SS127 in direzione sud-ovest verso Tempio Pausania. Lungo il percorso, si attraversano paesaggi caratteristici, tra rocce granitiche e macchia mediterranea, fino ad arrivare nel cuore di questa cittadina da scoprire.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.