Naro, anche noto come Naru, in dialetto, è un borgo siciliano circa settemila abitanti, in provincia di Agrigento, la cui architettura barocca viene annoverata tra le più importanti del territorio. Il passato prestigioso della città ha lasciato il segno: ecco che cosa vedere a Naro!

La storia di Naro

Il borgo di Naro sorse in epoca antica come testimoniano vari resti di villaggi paleolitici e di ville romane. Nel medioevo Federico II di Svevia la soprannominò “Fulgentissima“, inserendola tra le 23 città regie del Regno di Sicilia.

Nel trecento la cittadina vive il suo massimo sviluppo artistico e culturale. Tra Seicento e Settecento vive un altro periodo di grande splendore, quando numerosi gruppi monastici locali danno vita a splendidi edifici religiosi. Purtroppo nel 2005 una violenta frana ha reso inagibili molti edifici.

Cosa vedere a Naro

Castello di Chiaramonte e Palazzo Malfitano

A Naro è possibile visitare tre bellissime mostre permanenti: la mostra dedicato a Leonardo ospitata al Castello di Chiaramonte, e nello stesso luogo quella dedicata agli abiti d’epoca. A Palazzo Malfitano c’è la mostra del museo della grafica, dove sono esposti litografie, acqueforti, acquetinte, serigrafie di importanti artisti contemporanei e collezionisti.

Biblioteca “Feliciana nel Convento dei Francescani

Da non perdere anche la Biblioteca “Feliciana”, risalente alla seconda metà del XVII secolo, nell’ex Convento dei Francescani, oggi sede del Comune di Naro. Oggi ospita circa 13.000 volumi di grandissimo valore. da ammirare anche il Duomo normanno, oggi sconsacrato, che ospitava in passato splendidi affreschi oggi andati persi.

Cosa vedere nei dintorni di Naro

A soli 25 minuti di auto potete raggiungere lo splendido Tempio di Giunone, il bellissimo tempio greco nella Valle dei Templi di Agrigento.  Altri monumenti della valle che meritano una visita sono il Tempio di Ercole e della Concordia. 

Castello Chiaramontano

A mezz’ora di distanza, andando verso la costa, potete ammirare il bellissimo Castello Chiaramontano, monumento nazionale dal 1912.

Spiagge vicino Naro

Per chi invece cerca una spiaggia dove rilassarsi, sempre in auto in mezz’ora o al massimo un’ora potete raggiungere diverse località, come ad esempio Lido Cannatello, Zingarello, Giardinaccio e Marina di Palma.

Grotta dell’Istrice

Nota anche la Grotta dell’Istrice, nel territorio di Naro e raggiungibile tramite la S.S. 410 Naro-Canicattì, fino all’altezza del Km 6. La grotta è stata scoperta nel 1994 da Gianfranco Sandron e fino ad allora non si è trovata alcuna traccia che faccia pensare a precedenti scoperte.

Come arrivare a Naro

La maniera più diretta per raggiungere Naro da Palermo è sicuramente l’auto. Puoi prendere l’autostrada A29 in direzione di Mazara del Vallo, quindi proseguire sulla A29dir fino a Castelvetrano. Da qui, segui le indicazioni per l’autostrada A19 verso Caltanissetta, e poi prendi l’uscita per Canicattì.

Da Canicattì, segui le indicazioni stradali locali per Naro. Il viaggio dura circa 2 ore e 30 minuti, a seconda del traffico e delle condizioni stradali.

Mappa di Naro