Top
Umbria

Un borgo meraviglioso in Umbria dove il medioevo torna ogni anno con gli antichi mestieri

L’Umbria, cuore verde d’Italia, è disseminata di borghi incantevoli che raccontano storie millenarie, immersi in paesaggi di rara bellezza. Tra questi, città come Foligno, Spello e Todi offrono un viaggio attraverso l’arte, la storia e la cultura di una regione unica. In questo contesto, Bevagna emerge come una gemma preziosa, un borgo che conserva intatto il fascino del suo passato romano e medievale, invitando i visitatori a scoprire i suoi tesori nascosti.

La storia di Bevagna

Fondata in epoca romana, Bevagna vanta una ricca storia che si riflette nelle sue strade, nei suoi monumenti e nelle sue piazze. Il borgo era noto come Mevania nell’antichità e giocava un ruolo cruciale lungo la Via Flaminia, una delle principali arterie stradali dell’Impero Romano. Nel corso dei secoli, Bevagna ha visto il susseguirsi di diverse dominazioni, dagli Ostrogoti ai Longobardi, fino a diventare parte dello Stato della Chiesa.
La sua importanza crebbe nel Medioevo, grazie alla sua posizione strategica e alla sua fiorente attività commerciale.

Cosa vedere a Bevagna

  • Il Circolo di San Silvestro: questa piazza, un tempo cuore della vita cittadina, ospita due delle chiese più significative di Bevagna: San Silvestro e San Michele Arcangelo, magnifici esempi di architettura romanica.
  • Il Teatro Romano: i resti del teatro romano, incorporati in strutture medievali, offrono uno spaccato unico sulla vita quotidiana degli antichi romani.
  • Il Museo Civico: situato nel Palazzo dei Consoli, il museo conserva reperti archeologici e opere d’arte che testimoniano la ricchezza storica e culturale di Bevagna.

Cosa visitare vicino a Bevagna

  • Montefalco: conosciuto come il “balcone dell’Umbria” per le sue straordinarie vedute panoramiche, Montefalco è famoso anche per la produzione del Sagrantino, vino apprezzato in tutto il mondo.
  • Spello: questo borgo, noto per i suoi meravigliosi fiori e le sue antiche mura romane, è una tappa imperdibile per chi visita l’Umbria.
  • Assisi: la città di San Francesco, patrimonio UNESCO, si trova a breve distanza da Bevagna e offre un’esperienza spirituale e culturale indimenticabile.

Visitare Bevagna con i Bambini

Bevagna è il luogo ideale per una gita in famiglia. I bambini rimarranno affascinati dalla storia vivente del borgo, dalle sue leggende e dai laboratori artigianali che ricreano l’atmosfera medievale. Non perdete la visita guidata al Museo delle Gaite, dove potrete scoprire gli antichi mestieri e la vita quotidiana nel Medioevo.
Ma non solo il museo, ogni anno infatti questa bellissima rievocazione storica potrà far sognare i bambini ma anche noi adulti, un viaggio nel tempo che mostrerà loro gli antichi mestieri come coloro che producevano la carta, il vino, le armi e molto altro ancora.
La fortuna di questo borgo, a differenza di tanti altri in Umbria, è che è totalmente pianeggiante: ideale anche per chi vuole viverlo con bambini piccoli muniti di passeggino.

Le Gaite a Bevagna

Il punto culminante della vita culturale di Bevagna è il Mercato delle Gaite, un evento annuale che riporta il borgo indietro nel tempo, al XII secolo. Per due settimane a giugno, le vie si animano con mercati, botteghe artigianali, tornei e rappresentazioni teatrali, coinvolgendo visitatori di ogni età in un’esperienza storica unica.
Ecco il sito ufficiale https://www.ilmercatodellegaite.it/

Come Arrivare a Bevagna da Foligno in Auto

Raggiungere Bevagna da Foligno è semplice e veloce. Prendere la SS75 in direzione di Spoleto, uscire a Foligno Sud e seguire le indicazioni per Bevagna. Il tragitto, che dura circa 15 minuti, vi condurrà attraverso la campagna umbra, offrendo splendidi panorami e la possibilità di scoprire altri piccoli borghi lungo il percorso.

Bevagna rappresenta un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura e le tradizioni dell’Umbria. Un borgo che sa incantare i visitatori con la sua autenticità e bellezza, rendendolo una tappa imperdibile per chiunque desideri esplorare il cuore verde d’Italia.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.