Top
Friuli Venezia Giulia

Una colonia romana in Friuli divenuta capitale: un vero gioiello da non perdere

Benvenuti ad Aquileia, uno dei siti archeologici più significativi d’Italia, annoverato nel patrimonio mondiale dell’UNESCO. Questo antico borgo, situato nel cuore della regione Friuli-Venezia Giulia, offre ai suoi visitatori un viaggio affascinante attraverso la storia, l’arte e la cultura dell’antica Roma e delle prime comunità cristiane.

Storia del borgo di Aquileia

Aquilei fu fondata nel 181 a.C. dai Romani per contrastare le invasioni barbariche dall’Est. Inizialmente concepita come base militare, la città crebbe rapidamente, beneficiando della sua posizione strategica lungo importanti rotte commerciali. Divenuta municipio nel 90 a.C., Aquileia si espanse ulteriormente, attirando ricchezza e influenza fino a diventare la capitale della X Regione augustea e un cruciale centro politico-amministrativo dell’Impero Romano.

La peste a Aquileia

La città fiorì in tutti i campi, dall’arte alla politica, fino a quando non fu colpita da una devastante peste nel 165-180 d.C., evento che segnò l’inizio del suo declino. Nonostante ciò, Aquileia dimostrò resilienza, sopravvivendo agli assedi dei Quadi, dei Marcomanni nel 170, e respingendo l’imperatore Massimino il Trace nel 238 grazie alle sue robuste difese.

(foto via Tripadvisor)

L’arrivo del cristianesimo

Con l’arrivo del cristianesimo, Aquileia assunse un ruolo centrale nello sviluppo religioso della regione, diventando sede di un importante patriarcato. Tuttavia, la città fu irrimediabilmente devastata nel 452 da Attila il Unno, evento che segnò la fine della sua era di prosperità.

Nonostante le invasioni barbariche e il passaggio sotto vari domini, da quello veneziano a quello napoleonico, fino all’annessione al Regno d’Italia dopo la Prima Guerra Mondiale, Aquileia ha mantenuto la sua importanza storica e culturale. Il suo passato glorioso è ancora oggi visibile nei numerosi reperti archeologici e nelle imponenti strutture che hanno resistito al trascorrere dei secoli, testimoniando la grandezza di un’epoca ormai lontana.

Cosa visitare a Aquileia

  • Il Foro Romano: il cuore pulsante della vita pubblica in epoca romana, dove si possono ancora osservare le tracce dell’antica piazza mercato.
  • Il Battistero: uno dei più antichi esempi di architettura cristiana in Italia, testimone della precoce diffusione del Cristianesimo in questa area.
  • La Basilica di Santa Maria Assunta: famosa per i suoi straordinari mosaici pavimentali del IV secolo, tra i più vasti e meglio conservati dell’intero Occidente cristiano.
  • Il Museo Archeologico Nazionale: ospita una ricchissima collezione di reperti che raccontano la storia di Aquileia, dall’epoca romana fino al medioevo.

(foto via Tripadvisor)

Cosa vedere nei dintorni di Aquileia

  • Grado: incantevole località balneare, nota per le sue spiagge dorate e il suggestivo centro storico.
  • Il Parco Archeologico e il Porto Fluviale: per scoprire le imponenti infrastrutture che collegavano Aquileia al resto dell’Impero.
  • Palmanova: una cittadella fortificata a forma di stella, esempio unico di architettura militare rinascimentale.
  • La Riserva Naturale della Valle Cavanata: ideale per gli appassionati di birdwatching e per chi ama la natura.

Mappa di Aquileia

Come arrivare a Aquileia in auto da Udine

Da Udine, prendere l’autostrada A23 in direzione Venezia, uscire a Palmanova e seguire le indicazioni per Aquileia sulla SS352. Il viaggio dura circa 30 minuti e offre la possibilità di attraversare la campagna friulana.

(foto di copertina via Tripadvisor)

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.